Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 01 Marzo |
Sant'Auguste Chapdelaine
home iconFor Her
line break icon

Il tuo bambino ha problemi visivi? Dalla prescrizione oculistica alla scelta degli occhiali

LITTLE BOY WITH GLASSES

Shutterstock

Ospedale Bambino Gesù - pubblicato il 10/04/18

Lo sviluppo della capacità visiva avviene progressivamente entro i 9 anni di vita circa. E' importante intervenire rapidamente con l'adeguata correzione delle anomalie per favorire l'apprendimento visivo

Occhiali o lenti a contatto?

La scoperta di un difetto della vista è sempre un momento importante nella vita del bambino: ma come scegliere la montatura migliore? Potrebbe accadere che un giorno un genitore venga informato dal Medico Oculista della necessità di dover correggere un problema della vista del proprio figlio mediante l’utilizzo permanente di un occhiale. Le anomalie refrattive sono condizioni che comportano un’alterata focalizzazione sulla retina delle immagini. La focalizzazione è necessaria per una corretta visione.
La visione è un processo che necessita di apprendimento e pertanto se esiste una condizione che non consente un’adeguata
focalizzazione delle immagini, è necessario correggere la causa, che comunemente è rappresentata dal difetto refrattivo (ipermetropia, miopia e astigmatismo). Lo sviluppo della capacità visiva dura un periodo non rigidamente definibile, ma compreso nei primi 8-9 anni di vita. La correzione ottica dovrà quindi essere utilizzata dal bambino nel modo corretto, spesso per tutta la giornata. Successivamente alla prescrizione della correzione ottica da parte del medico oculista, i genitori dovranno recarsi dall’ottico che si occupa della vendita degli occhiali per scegliere la montatura su cui andranno montate le lenti prescritte.




Leggi anche:
5 cose da sapere su bambini e sole

E le lenti a contatto?

Le lenti a contatto possono venir prescritte dall’oculista o richieste dai genitori per motivi estetici, o per praticare sport.
Se richieste dai genitori, deve essere valutata la maturità e la capacità dei genitori e del bambino di gestire le lenti a contatto in
modo responsabile.

  • 1
  • 2
Tags:
bambinivista
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE EASTER
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco: “Non dovete mai convincere un non credente”
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
Sanctuary of Merciful Love
Bret Thoman, OFS
Le acque guaritrici profetizzate da una suora del XX secolo
4
Communion
Claudio De Castro
Comunione: si ha tra le mani il Figlio di Dio, e serve rispetto
5
Philip Kosloski
Perché i cattolici non mangiano carne i venerdì di Quaresima?
6
Paola Belletti
Aiutiamo Debora Vezzani? Tutta la famiglia con il Covid, lei la p...
7
Gelsomino Del Guercio
Congo, Attanasio salvò dal Covid suor Annalisa. “Devo a lui la mi...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni