Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 31 Ottobre |
San Wolfgang di Rägensburg
home iconChiesa
line break icon

Arcivescovo di Sydney: per i preti, meglio il martirio che la violazione del segreto confessionale

PRIEST,CONFESSIONAL SCREEN

© Götz Keller | CC (modified)

Kathleen Hattrup - pubblicato il 06/04/18

Ma il premier del Nuovo Galles del Sud dice che la questione verrà affrontata a livello nazionale

Il Governo dello Stato australiano del Nuovo Galles del Sud sta cercando di implementare una serie di leggi relative all’abuso di minori in risposta al rapporto finale di un’ampia indagine sugli abusi perpetrati da membri delle istituzioni, compresi membri della Chiesa, diffuso lo scorso anno.

Tra le proposte che vengono considerate ce ne sono alcune che si applicherebbero ai sacerdoti, inclusa la regolamentazione o la negazione del segreto confessionale.

Il segreto confessionale è una serie di regole che impediscono ai sacerdoti di rivelare o commentare in qualsiasi modo ciò che si ascolta nel sacramento della Confessione. Il sacerdote che lo infrange viene scomunicato, e nella storia della Chiesa alcuni presbiteri hanno dato la vita piuttosto che violare questo segreto.

Alcuni membri del Governo affermano tuttavia che se un sacerdote ascolta una Confessione relativa ad abusi sessuali – da parte di chi li ha perpetrati o forse più spesso da parte della vittima – dovrebbe essere costretto a rivelare ciò che sa di questo crimine.

Il premier del Nuovo Galles del Sud, Gladys Berejiklian, ha affermato che la questione del segreto confessionale non sarà inclusa nelle nuove norme statali e che dovrebbe essere affrontata a livello nazionale. “Crediamo che vada al di là dei confini dello Stato”, ha dichiarato, sostenendo che “va equilibrata con quelle che la gente ritiene siano libertà religiose”.

La Chiesa sta prendendo sempre più posizione per combattere gli abusi sessuali ai danni dei bambini, anche in Australia, ma i leader ecclesiali continuano a sostenere che il segreto confessionale non può essere messo in discussione.

  • 1
  • 2
  • 3
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
abuso sessualeaustraliachiesaconfessionemartiriosegreto
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Annalisa Teggi
"Dite ai miei figli che li amo": ecco chi è l...
Lucandrea Massaro
Sale il numero di morti nell'attentato di Niz...
ERIN CREDO TWINS
Cerith Gardiner
“Dio ha senso dell'umorismo”: coppia di genit...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
EMILY RATAJKOWKSI
Annalisa Teggi
Emily Ratajkowski: scoprirò il sesso di mio f...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Silvia Lucchetti
Rischiava l'amputazione delle gambe. Oggi ha ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni