Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Sacerdote brasiliano sull’uso di un drone per portare il Santissimo in una parrocchia

Pe Zezinho com o Papa
Pe. Zezinho
Condividi

“La Chiesa ha già una creatività sufficiente nella sua liturgia tradizionale”

Circa le azioni che esulano dai riti approvati dalla Chiesa nelle celebrazioni liturgiche, riportiamo il commento pubblicato dal sacerdote brasiliano padre Zezinho sulla sua pagina di Facebook.

Padre Zezinho è considerato uno dei sacerdoti cattolici più stimati del Brasile. Il suo post è stato inserito il giorno di Pasqua nel contesto delle reazioni critiche dei cattolici di tutto il mondo all’utilizzo di un drone per portare il Santissimo Sacramento in una parrocchia di Sorocaba, nella zona interna dello Stato brasiliano di San Paolo.

Ecco cosa ha dichiarato padre Zezinho:

RESTITUITECI IL VOLTO DELLA LITURGIA CHE ALCUNI SACERDOTI HANNO SEQUESTRATO E COLPITO IN NOME DELL’INNOVAZIONE.

La nostra Chiesa ha bisogno della TRADIZIONE, del RINNOVAMENTO e perfino dell’INNOVAZIONE, ma sicuramente non ha bisogno di rappresentazioni errate o esagerazioni.

Droni che portano il SANTISSIMO, sacerdoti vestiti con tuniche arcobaleno, che si spostano nella navata sui pattini, che ballano il reggae, che portano il cappello mentre predicano, con dieci turiboli che entrano all’offertorio, sacerdoti che aspergono i fedeli con una fontanella da giardino, che celebrano scalzi, che entrano in chiesa con la maglietta dei Corinthians o del sindacato e indossano la tonaca sopra a questa..

Se si diffonde la moda, avremo celebranti che entrano in groppa a una mucca e il cane della parrocchia che porta la chiave del tabernacolo…

MANTENERE LA TRADIZIONE È POSITIVO.

RINNOVARE LA CELEBRAZIONE È POSITIVO.

INNOVARE CON IL PERMESSO DEL VESCOVO È ANCH’ESSO POSITIVO.

MA INVENTARE NOVITÀ SENSAZIONALI SEMBRA ED È UNA MANCANZA DI BUONA PREDICAZIONE.

Un sacerdote diligente che prepara bene l’omelia non ha bisogno di trucchi per tenere i fedeli in parrocchia!

La Chiesa ha già una creatività sufficiente nella sua liturgia tradizionale.

[Traduzione dal portoghese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
liturgia
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni