Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 18 Giugno |
Beato Joseph-Marie Cassant
home iconNews
line break icon

Facebook si scusa per aver bloccato l’immagine di Gesù sulla croce

REJECTED

Franciscan University of Steubenville

Jaime Septién - pubblicato il 06/04/18 - aggiornato il 06/04/18

Si trattava di un annuncio con un'“immagine scioccante ed eccessivamente violenta”

Come molte altre istituzioni cattoliche, il Venerdì Santo l’Università Francescana di Steubenville (Ohio, Stati Uniti) ha usato un’immagine di Gesù Cristo crocifisso come parte della sua pubblicità su Facebook.

L’équipe di censura di Facebook ha tuttavia bloccato l’annuncio, etichettandolo – non considerando il contesto religioso e la profondità storica dell’evento della crocifissione di Gesù – come un’“immagine scioccante ed eccessivamente violenta”, secondo quanto ha affermato un portavoce di questa università appartenente ai Francescani.

Uno su dieci

Steubenville ha pubblicato dieci annunci su Facebook per diffondere il suo programma di corsi post-lauream in Teologia, Catechesi ed Evangelizzazione. Tom Crowe, direttore per le comunicazioni web di Steubenville, ha detto alla catena televisiva Fox News di non sapere perché sia stato respinto solo quello che rappresentava chiaramente la Croce di San Damiano, la croce francescana per eccellenza.

“Può essere stato l’algoritmo o un impiegato di basso livello che ha qualcosa contro il cristianesimo”, ha commentato Crowe. “Per qualche motivo, Facebook ha rifiutato la croce”. E ancor di più la Croce di San Damiano, la piccola cappella di Assisi in cui San Francesco ha iniziato la sua opera titanica di restauro della Chiesa.

Questo mercoledì Facebook si è scusato per l’errore. Un portavoce della rete sociale ha dichiarato a Fox: “La nostra équipe processa ogni settimana milioni di annunci, e qualche volta commettiamo degli errori”.

  • 1
  • 2
Tags:
censurachiedere scusacrocefacebookgesù cristovenerdi santo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
conduttore rai 1 diventa prete
Gelsomino Del Guercio
Addio al giornalismo: Fabrizio Gatta, il volto noto di Rai1, dive...
3
Landen Hoffman
Sarah Robsdotter
“Gli angeli mi hanno preso e Gesù mi vuole bene”: un bimbo di 5 a...
4
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
5
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
6
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
7
ANDREA BOCELLI FATIMA
Paola Belletti
Andrea Bocelli a Fatima: “Maria è il percorso obbligatorio ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni