Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 22 Aprile |
San Sotero
home iconFor Her
line break icon

Ex modella di Victoria’s Secret chiede perdono per aver “promosso un’immagine del corpo poco sana”

BRIDGET MALCOLM

Bridgetmalcolm - Instagram

Adriana Bello - pubblicato il 05/04/18

Bridget Malcolm si pente del danno che ha provocato a se stessa e del modo in cui ha potuto influire negativamente sugli altri

Molte ragazze vedono le famose sfilate della marca Victoria’s Secret o le sue pubblicità e pensano: “Wow, mi piacerebbe proprio avere il corpo di quella modella!”

E se vi dicessimo che per ottenerlo dovete smettere di mangiare o sentirvi in colpa per aver morso una mela che non avevate progettato di mangiare quel giorno? O che potete avere quel corpo se vi odiate ogni volta che vi guardate allo specchio?

Non sto dicendo che sia l’unico modo per ottenere un corpo da dieci e lode (che si può raggiungere anche a lungo termine con una dieta bilanciata e un piano di esercizio coerente e sano), ma questa è stata l’esperienza della modella australiana Bridget Malcolm, uno dei famosi “angeli” di Victoria’s Secret durante le sfilate del 2015 e 2016.

La Malcolm ha deciso di inserire questa settimana nel suo blog un post intitolato “Benessere, Body Positive: Dismorfia corporea” per confessare che per molto tempo ha sofferto di questo disturbo, che faceva sì che indipendentemente da quanto fosse magra si vedesse sempre grassa, e per questo consumava meno cibo di quello di cui il suo corpo aveva bisogno per funzionare bene ed eccedeva con le ore trascorse in palestra.

Oltre al danno a se stessa (ormai sta terminando la fase di riabilitazione), la modella si sente in colpa per quello che ha potuto provocare a bambine e donne “promuovendo un’immagine del corpo poco sana” attraverso le reti sociali.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
anoressiacorpomangiaremodamodellaperdonosalute
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
Gelsomino Del Guercio
Scoperti nuovi frammenti della Bibbia: ma al posto di Dio c’è scr...
3
Gelsomino Del Guercio
7 santuari uniti da una linea retta. La misteriosa fede per San M...
4
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
5
SERGIO DE SIMONE
Gelsomino Del Guercio
L’agonia di Sergio, il bambino napoletano che fu sottoposto...
6
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
7
Alessandro Gisotti
Papa: prima di giudicare, guardiamoci allo specchio
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni