Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 08 Marzo |
San Giovanni di Dio
home iconStorie
line break icon

Il Papa ha battezzato il nigeriano che sventò una rapina al supermercato

CHRZEST, JOHN OGAH

AFP/EAST NEWS

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 03/04/18

John "Francesco" Ogah entra nella Chiesa di Cristo nel giorno della Santa Pasqua

C’è anche John Ogah tra gli otto neofiti battezzati nel corso della veglia pasquale. Il nigeriano trentunenne che lo scorso 26 settembre aveva sventato una rapina in un supermercato di Centocelle, periferia di Roma, affrontando un malvivente, ha scelto il nome Francesco(Roma Today, 1 aprile).

Il capitano padrino

In seguito al suo gesto, su proposta dei carabinieri del comando provinciale di Roma, ha ricevuto il permesso di soggiorno. Ed è a un carabiniere, il capitano Nunzio Carbone, comandante della compagnia di Roma Casilina che John Francesco ha chiesto di fare da padrino perché fu lui a prendere per primo a cuore la vicenda del migrante (Famiglia Cristiana, 2 aprile).

CHRZEST, JOHN OGAH
AFP/EAST NEWS

La storia

Il 26 settembre fuori da un Carrefour Express, dove da sei mesi chiedeva l’elemosina, Ogah aveva disarmato e messo ko un rapinatore. Un italiano di 37 anni, che con una mannaia in mano si era appena fatto consegnare 400 euro dalla cassiera. Le telecamere del supermercato avevano immortalato la scena, e il video acquisito e diffuso dai carabinieri (che hanno poi arrestato il rapinatore, già condannato in direttissima a 4 anni di carcere) aveva fatto di John un paladino della legalità per i residenti del quartiere.




Leggi anche:
Battesimo: non sarebbe più giusto riceverlo da adulti?

CHRZEST, JOHN OGAH
AFP/EAST NEWS

Magazziniere della Croce Rossa

«E’ straordinario. Sono molto emozionato – commenta John all’Ansa (1 aprile) – ringrazio il pontefice che ha accolto il mio desiderio. Ho sempre avuto una grande fede e questo mi ha aiutato nella vita».

«In Nigeria facevo il saldatore, ma qui farei qualunque lavoro. Prima non potevo perché non avevo i documenti», aveva dichiarato prendendo il permesso di soggiorno. John, che ha una moglie e un figlio di 12 anni, era scappato dalla Nigeria perché perseguitato. Ha vissuto in Italia chiedendo l’elemosina. Adesso è stato assunto alla Croce rossa come magazziniere.

Tags:
battesimorapinaroma
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
L’ostia “vola” sospesa in aria: il miracolo eucaristi...
2
SANREMO, FIORELLO, AMADEUS
Annalisa Teggi
10 canzoni che hanno parlato di Dio dal palco di Sanremo
3
MAN, DARKNESS, FACE
Annalisa Teggi
Quando al diavolo scappò detto cosa può davvero fare la preghiera
4
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
5
FETUS 3 MONTH,
Padre Maurizio Patriciello
Puoi parlare di aborto perché tua madre non ti fece trascinare vi...
6
Gelsomino Del Guercio
Prete morto per Covid: lo aveva “profetizzato” in una...
7
Paola Belletti
Laura Magli, giornalista Mediaset: “Mi sento così amata dal...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni