Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 25 Novembre |
Santa Caterina d'Alessandria
home iconStorie
line break icon

Michele La Ginestra: La risurrezione? Un mistero che ci interroga tutti

MICHELE LA GINESTRA

You Tube

Credere - pubblicato il 01/04/18

In questo suo rapporto così dialettico e vivace con Dio si avvale anche dell’aiuto di un padre spirituale?

«Sì. Conosco molti preti, ma il primo, decisivo, è stato padre Giuliano. È stato un sacerdote illuminato perché, quando io ero ancora adolescente, ha sostenuto la nostra idea di dare vita a un teatro all’interno della parrocchia. Intuiva l’importanza di coinvolgere i giovani con un mezzo che potesse essere alternativo alla catechesi classica. Oggi quel piccolo teatro è diventato il Teatro 7 di Roma. Tra l’altro, invecchiando, padre Giuliano è stato colpito dall’Alzheimer: è stata dura perché il mio faro di gioventù, colto e illuminato, era diventato un’altra persona, che sragionava. Tuttavia è stato bello vedere come, quando sei stato padre, poi in vecchiaia avrai qualcuno che sarà, a tua volta, padre nei tuoi confronti: fino alla fine il Teatro 7 è stata la sua casa. Ogni giorno usciva dal convento dove dimorava e andava lì per trovare conforto».

A proposito di giovani, lei è padre di due figli di 16 e 19 anni. Se una volta bastava il teatro, come ci si deve porre oggi per dialogare con le nuove generazioni?

«La difficoltà maggiore è conquistare la loro attenzione: sono costantemente distratti da altro. Molti, inoltre, non desiderano nemmeno cercare dei punti di riferimento. Il nostro compito è stimolarli a cercare qualcuno con cui confrontarsi. Inoltre dovremmo trovare un linguaggio che sia il meno bigotto possibile. Purtroppo tanti addetti ai lavori parlano in un modo ormai fuori dal tempo: per esempio, non è più possibile ascoltare le prediche lette o una Messa fatta con i tempi di trent’anni fa. Sarebbero più efficaci pochi concetti, ben espressi, e lo dico da addetto ai lavori: quando recito a teatro, devo continuamente rilanciare, scartare a destra a sinistra, per mantenere viva l’attenzione del pubblico».

Lei si cala spesso nel ruolo del prete, sia al cinema che a teatro. È una scelta voluta?

«Il personaggio del prete è diventato un mio cult: l’ho portato a Colorado, nel film e nella serie tv Immaturie, prossimamente, al teatro Sistina con lo spettacolo È cosa buona e giusta. Mi piace l’idea di interpretare un personaggio che sia coerente con il mio credo, ma che possa al contempo usare dei toni che dal pulpito non si potrebbero utilizzare. Al Sistina, per esempio, parlerò in modo scanzonato di matrimonio e confessione».

Qual è il valore aggiunto dato dalla risata?

«Permette di conquistare la fiducia del pubblico rompendo le barriere che di solito si innalzano quando ci si mette in ascolto. A quel punto, si può affrontare un discorso serio, attualizzandolo. Nei miei lavori mi piace inoltre sollevare le domande che tutti noi ci porremmo».

LA VITA DALL’ORATORIO AL PALCO
Classe 1964, Michele La Ginestra nasce a Roma. Attore di cinema, tv e teatro, ha fondato il Teatro 7 di Roma. Tra i suoi lavori più famosi spiccano il film e la serie tv Immaturi, il programma Solleticodi Rai Due, il talent Cuochi e fiamme di La7d e il film Questa notte è ancora nostra. è stato anche testimonial della De Cecco. A maggio sarà al teatro Sistina con lo spettacolo È cosa buona e giusta, mentre lo rivedremo prossimamente in tv con Il programma del secolo su Tv2000.

Qui l’articolo originale apparso su Credere

  • 1
  • 2
Tags:
resurrezione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Paola Belletti
Lucia Lombardo, dall'esoterismo alla fede in ...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
WOJTYLA
Teologia del corpo and more
La vera rivoluzione sessuale fu quella del ve...
KONTEMPLACJA
Mercedes Honrubia García de la Noceda
Accetto la separazione con speranza, per amor...
CARLO ACUTIS MIRACOLI EUCARISTICI
VatiVision
Carlo Acutis: il documentario sulla mostra su...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni