Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 23 Ottobre |
San Giovanni da Capestrano
Aleteia logo
home iconFor Her
line break icon

Qui presso a Te. Storia di Rosa, Yussef e Joana che non hanno abbandonato Gerusalemme

Widok na Kopułę na Skale i starą Jerozolimę z kościoła Dominus Flevit (łac. Pan zapłakał) na zboczu Góry Oliwnej. Fot. Or Hiltch | Getty Images

ATS Pro Terra Sancta - pubblicato il 30/03/18

È il caso della famiglia Abdnur. Felice dei suoi tre figli, Minoda, Farid, Josafin, Yussef si è spostato in città vecchia da Shu’ Afat (Gersualemme est, in città nuova), dove abitava in una piccola casa affittata. «L’affitto era troppo alto e anche se avevo un buon lavoro in un bell’ospedale, l’ospedale di Hadassah, ero costretto a chiedere una mano alla mia famiglia e agli amici» racconta il giovane. Grazie agli aiuti, oggi la situazione della sua famiglia è migliorata: un piccolo magazzino seminterrato è stato allargato e sono stati ricavati altri ambienti, tra cui una bellissima cucina. Yussef è davvero molto grato e ringrazia tutti i giorni per questa occasione.

Anche Joana è appena tornata ad abitare in Città Vecchia, esattamente accanto alla casa dove era nata. Da due settimane vive qui con suo marito Hassan e i suoi cinque figli, a due passi dal suq, in pieno quartiere musulmano. Lei è cattolica, ma come dimostra il cognome Sahagian, suo marito invece è cristiano armeno. «Per tanti anni – dice Joana – abbiamo vissuto in una casa piccolissima, era un’unica camera in cui vivevamo in sette persone!» Ora, Joana ha ottenuto una nuova casa spaziosa. «Grazie a voi che ci avete aiutato tanto con i lavori di ristrutturazione, mentre le decorazioni e le luci sono opera di mio marito». La cosa più bella per lei è essere ritornata vicino a sua madre, che abita lì di fronte in un altro complesso di case della Custodia, sviluppatesi intorno a uno dei tanti Hosh (un grande cortile) tipici delle città antiche di Terra Santa.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE

  • 1
  • 2
Tags:
casafrancescanigerusalemme
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis e quella “rivelazione”: “I miei angeli custodi sono ...
2
MARCELLO BELLETTI
Annalisa Teggi
Un padre, una madre e 7 figli. Non è follia ma sovrabbondanza
3
VENEZUELA
Ramón Antonio Pérez
Quando la vita nasce dall’abuso atroce di una ragazza disabile
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
SQUID GAME, NETFLIX
Annalisa Teggi
Squid game, il gioco al massacro è un mondo senza misericordia
7
Paola Belletti
Il tuo bimbo ancora in utero ti ascolta e impara già prima di nas...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni