Ricevi Aleteia tutti i giorni
Aleteia

La Pietà e le icone “Non piangere su di me, Madre”

Wikipedia | Public domain
Il dipinto illustra l'incontro di due mondi, paradiso e terra. Due angeli sono vicini al corpo di Gesù; uno di loro piange la sua morte, mentre l'altro assume una posizione di preghiera. L'uomo che sembra parlare a uno degli angeli e indica Gesù potrebbe essere San Giovanni. Stravolta dal dolore, Maria allarga le braccia e guarda al cielo, cercando consolazione da Dio. Le tracce della Passione del Signore sono eccezionalmente realistiche: vediamo non solo le ferite inflitte dai chiodi nel suo corpo, ma anche dei lividi sulle ginocchia, ricordo delle cadute di Gesù sotto la croce. Antoon van Dyck ha dipinto quest'opera nel 1635 [Museo Reale di Belle Arti, Anversa]
Condividi
Commenta

Una galleria di splendide immagini per favorire la meditazione

Affettuosa, calma e compassionevole, a volte schiacciata dal dolore e dalla sofferenza. È così che appare Maria nei dipinti che rappresentano la Pietà, o la figura della Madre che culla tra le braccia il corpo di Gesù deposto dalla croce. Le sculture sono le più popolari opere d’arte di questo tipo; chiunque ha familiarità con la celeberrima Pietà di Michelangelo in marmo bianco ospitata in Vaticano.

La sofferenza della Madre di Dio e il suo rapporto con suo Figlio sono argomenti affrontati spesso nei dipinti occidentali e orientali. Aleteia vuole presentarvi alcuni dipinti e icone che potrebbero spingervi a contemplare maggiormente gli eventi principali della Quaresima.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni