Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 01 Marzo |
Sant'Auguste Chapdelaine
home iconStorie
line break icon

15 giovani sono stati invitati a scrivere le meditazioni per la Via Crucis del Papa

POPE VIA CRUCIS

Antoine Mekary | ALETEIA

Paolo Pegoraro - Credere - pubblicato il 29/03/18

Relegati sui banchi. Che siano quelli di scuola o della chiesa, è lì che passano il tempo giovani e ragazze, eterni studenti. Ma la sera del Venerdì santo saliranno in cattedra. E a volerlo è stata niente meno che la Cattedra di San Pietro: papa Francesco ha voluto che le meditazioni per la Via Crucis al Colosseo fossero scritte da loro.

A organizzare la squadra è stato chiamato Andrea Monda, professore di religione al liceo romano Pilo Albertelli, che ha sparso la voce tra alunne ed ex alunni. E così una periferia della didattica come la bistrattata ora di religione è diventata il laboratorio per un messaggio che andrà in mondovisione.

Le reazioni dei ragazzi? Incredulità: «Prof, ma che è matto?». Qualcuno si tira indietro. Ma anche tanti «sì!» impulsivi; e poi l’apprensione, la paura, il nervosismo. La domanda: ma perché, tra tanti, proprio io? C’è chi la prende come un’occasione di crescita, chi come una riflessione su temi che si è tentati di scansare, e chi l’avverte come una missione: quella di aiutare altre persone a pregare.

«Anche se sono sempre andata in chiesa», si confida Sofia Russo, 18 anni, «non avevo mai scritto una meditazione. Sono consapevole che vi sono persone più qualificate per farlo. Forse il Papa ha voluto far vedere che la Chiesa è composta anche da persone semplici come noi ragazzi, con la nostra innocenza e freschezza… e che non occorre essere teologi, basta aver sperimentato l’amore di Gesù». Pur nella diversità di esperienze. Anche se quasi tutti hanno frequentato l’ora di religione, c’è chi dubita, chi crede ma non pratica, e chi conduce cammini di fede intensi. Ognuno è rimasto se stesso.




Leggi anche:
Ecco le meditazioni per la Via Crucis che accompagneranno il Papa

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
giovanipapa francescovia crucis
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE EASTER
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco: “Non dovete mai convincere un non credente”
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
Sanctuary of Merciful Love
Bret Thoman, OFS
Le acque guaritrici profetizzate da una suora del XX secolo
4
Communion
Claudio De Castro
Comunione: si ha tra le mani il Figlio di Dio, e serve rispetto
5
Philip Kosloski
Perché i cattolici non mangiano carne i venerdì di Quaresima?
6
Paola Belletti
Aiutiamo Debora Vezzani? Tutta la famiglia con il Covid, lei la p...
7
Gelsomino Del Guercio
Congo, Attanasio salvò dal Covid suor Annalisa. “Devo a lui la mi...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni