Aleteia
giovedì 22 Ottobre |
San Giovanni Paolo II
Spiritualità

Quando soffri di solitudine, la tua fede ha due opzioni

MAN,ALONE,MOVIE,THEATRE

Shutterstock

padre Carlos Padilla - pubblicato il 28/03/18

Sono pronto a soffrire per l'oblio e l'odio ingiusto?

Domenica molti sostenevano Gesù e lo acclamavano con rami e canti, ma qualche giorno dopo, il Giovedì Santo, quando cade la notte lo lasciano solo.

Gesù sperimenta allora la solitudine più assoluta: “Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?” Soffre l’abbandono, l’umiliazione. Nel dolore di tanta solitudine si trova da solo con suo Padre.

E nel suo cuore vive ciò che spiega il profeta:

“Il Signore Dio mi ha aperto l’orecchio e io non ho opposto resistenza, non mi sono tirato indietro. Ho presentato il dorso ai flagellatori, la guancia a coloro che mi strappavano la barba; non ho sottratto la faccia agli insulti e agli sputi. Il Signore Dio mi assiste, per questo non resto confuso, per questo rendo la mia faccia dura come pietra, sapendo di non restare deluso” (Isaia 50, 5-7).


MAN CHILE CROSS

Leggi anche:
Il paradosso della croce: uno strumento di maledizione che diventa via di salvezza

Si dona completamente senza opporre resistenza, e in questo abbassamento Dio gli va incontro:

“Non considerò un tesoro geloso la sua uguaglianza con Dio; ma spogliò se stesso, assumendo la condizione di servo e divenendo simile agli uomini; apparso in forma umana, umiliò se stesso facendosi obbediente fino alla morte e alla morte di croce” (Filippesi 2, 6-8).

È stato sottoposto a una morte ignominiosa. A una croce dolorosa. Il disprezzo, l’abbandono, l’oblio.

Aveva parlato con parole piene di saggezza. Aveva guarito malattie incurabili. Aveva rinnegato se stesso per amore. E in cambio ha ricevuto solo oblio e disprezzo. “Crocifiggilo”.




Leggi anche:
Se non mi piace la croce posso essere cristiano?

  • 1
  • 2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
fedegesù cristosolitudine
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
ST JOSEPH,THE WORKER CARPENTER, JESUS,CHILDHOOD OF CHRIST
Philip Kosloski
L'antica preghiera a San Giuseppe che non ha ...
DISNEY, CARTOONS
Annalisa Teggi
Arriva il bollino rosso per Dumbo, gli Aristo...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni