Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 16 Ottobre |
Santa Margheria-Maria Alacoque
Aleteia logo
home iconFor Her
line break icon

Prima di parlare il bambino è capace di deduzioni complesse. Logico, no?

KID; SMART; COUNTING

Shutterstock

Annalisa Teggi - Aleteia - pubblicato il 27/03/18

Non è mancanza di ragione, ma anzi uso profondo della ragione notare che nel corso della storia è accaduto qualcosa di gigantesco quando l’uomo ha fatto la sua comparsa, qualcosa che non può essere ridotto all’esempio della giraffa col collo corto e collo lungo. C’è un salto di qualità impressionante e rimasto senza eguali nella presenza di una creatura che disegna sulle pareti delle grotte, cioè che riflette sul sé e sul mondo attraverso simboli artistici. Io amo caramente il mio gatto, ma la sua predisposizione verso le piante (tra cui dorme, con cui gioca …) non produrrà una coscienza simile a quella che sgorga dai girasoli di Van Gogh.

Anche il neonato disegna sui muri, ahimè quasi mai con la stessa eccellenza di Van Gogh. E tutte le volte che trovo il nostro candido corridoio pieno di scarabocchi colorati, freno la rabbia con una capriola del pensiero: eccomi di fronte al primo vagito umano che comparve sulla terra, hai fatto un viaggio nel tempo – mi dico. Vorrei tanto poter dare un’occhiata a quei giorni in cui mani sconosciute, eppure io sono loro progenie, tratteggiarono la sagoma di un bisonte a Lascaux. Perché lo disegnasti? Cosa ti colpì? Era pauroso o bello?




Leggi anche:
Che differenza c’è tra l’uomo e la scimmia?

Guardare l’inizio del viaggio umano alla scoperta di sé, del mondo, del senso del tutto sarebbe stupendo. Perciò provo un po’ di sana invidia, ma anche di sana gratitudine, per questi scienziati che stanno lì a guardare l’alieno che è ogni neonato – che siamo pure noi – e che raccolgono briciole di messaggi che arrivano da molto lontano, forse dal Creatore stesso. Sono appunti sigillati nell’anima, impressi nel cervello fin dal principio a cui viene da rispondere usando le parole del Salmo: «Ti lodo, perché mi hai fatto come un prodigio; sono stupende le tue opere, tu mi conosci fino in fondo».

  • 1
  • 2
Tags:
menteneonatoparola
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
“Dio ti darà dei segni”. Quel messaggio di Carlo Acutis all’amica...
2
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis parlava di un regalo che gli aveva fatto Gesù. Di co...
3
PRAY
Philip Kosloski
Preghiera al beato Carlo Acutis per ottenere un miracolo
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
CARLO ACUTIS
Silvia Lucchetti
“I primi miracoli mio figlio li fece il giorno del funerale”
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
BERGOGLIO
Gelsomino Del Guercio
“Se non mi sposo con te, mi faccio prete”. Così parlò il futuro P...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni