Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 30 Ottobre |
San Marciano di Siracusa
home iconChiesa
line break icon

Ogni peccato confessato durante la Messa è perdonato?

MAN,PRAYING,MASS

George Martell | Boston Catholic | CC BY-ND 2.0

Canção Nova - pubblicato il 26/03/18

C'è un motivo per cui il sacerdote dice: “Per celebrare degnamente i santi misteri, riconosciamo i nostri peccati”

L’Eucaristia è il culmine della vita cristiana, perché è il memoriale del sacrificio d’amore di Gesù. L’uomo, che trova la propria realizzazione solo in Dio, deve celebrare con tutto l’amore e lo zelo possibile questo memoriale. Per questo, l’atto penitenziale collabora e fa sì che riconosca chi è realmente: un figlio che ha peccato e che ha bisogno d’amore.

Messa: unione con Cristo e perdono dei peccati

Partecipando alla Messa, il cristiano comunica a due mense, quella della Parola e quella eucaristica, ma come prima di qualsiasi pasto ci laviamo le mani per motivi d’igiene, il cristiano è chiamato a “lavarsi le mani” anche prima di partecipare a questo banchetto, e questo “lavarsi le mani” è nel senso di chiedere perdono per i suoi peccati nell’atto penitenziale.

C’è un motivo per cui il sacerdote dice: “Per prepararci degnamente ai santi misteri, riconosciamo i nostri peccati”. Quando il cristiano riconosce di essere peccatore e chiede perdono lava l’anima, celebrando con più dignità i misteri del Signore.

Nella Messa, il cristiano è invitato a unirsi di più a Cristo e a progredire nell’amicizia con Lui. La Messa non è destinata a perdonare i peccati, né va confusa con il sacramento della riconciliazione (cfr. CCC 1396). In essa, Dio perdona i nostri peccati veniali. Non è che non sia in grado di perdonare quelli mortali, ma come un padre che non rende tutto facile ai figli per educarli ai veri valori, vuole che ricorriamo al sacramento della riconciliazione, perché la Chiesa insegna che “chi è consapevole di aver commesso un peccato grave deve ricevere il sacramento della Riconciliazione prima di accedere alla Comunione” (CCC 1386).

  • 1
  • 2
  • 3
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
confessioneliturgiapeccatoperdonoriconciliazione
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
Timothée Dhellemmes
Seconda ondata di Covid: in Europa il culto c...
Lucandrea Massaro
Sale il numero di morti nell'attentato di Niz...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
ERIN CREDO TWINS
Cerith Gardiner
“Dio ha senso dell'umorismo”: coppia di genit...
EMILY RATAJKOWKSI
Annalisa Teggi
Emily Ratajkowski: scoprirò il sesso di mio f...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni