Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 12 Giugno |
Cuore Immacolato
home iconChiesa
line break icon

Così è morto San Francesco d’Assisi

ST FRANCIS,STATUE

PD

San Francesco d'Assisi

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 21/03/18

Le ultime ore di vita del poverello d'Assis: i biscotti, l'ultima cena, la deposizione nudo a terra. I momenti del transito raccontati dal suo biografo

Nella notte tra il 3 e il 4 ottobre 1226 morì San Francesco. Fu un giorno lungo e travagliato per il poverello di Assisi.

Le ultime ore della sua esistenza terrena sono raccontate da Padre Enzo Fortunato, giornalista e direttore della Sala Stampa del Sacro Convento di Assisi, nel suo nuovo libro “Francesco il ribelle” (Mondadori).

Nudo sulla terra

Padre Enzo cita la “Vita prima” di Tommaso da Celano, scritta tra il 1228 e il 1229. Francesco si fa «deporre nudo sulla nuda terra»: spogliato della veste di sacco, la mano sinistra a coprire la ferita sul fianco destro, affinché nessuno la vedesse, come era avvenuto per le stimmate impresse sul suo corpo da quando le ricevette a La Verna nel 1224.


JESUS SAINT FRANCIS

Leggi anche:
Perché San Francesco d’Assisi è stato un cristiano e non Gesù Cristo un francescano

I biscotti di Giacoma dei Settesoli

Poi fa chiamare Giacoma dei Settesoli e le chiede, prima che sia troppo tardi, di non dimenticare di portare con sé quei biscotti «boni e profumati» che più volte gli aveva preparato a Roma. i famosi mostaccioli!

La benedizione a Frate Elia

In quei drammatici istanti Francesco si rivolge ai suoi amici più stretti.A Frate Elia dice:

«Ti benedico, o figlio, in tutto e per tutto; e come l’Altissimo, sotto la tua direzione, rese numerosi i miei fratelli e figlioli, così su te e in te li benedico tutti. In cielo e in terra ti benedica Dio, Re di tutte le cose. Ti benedico come posso e più di quanto è in mio potere, e quello che non posso fare io, lo faccia in te Colui che tutto può. Si ricordi Dio del tuo lavoro e della tua opera e ti riservi la tua mercede nel giorno della retribuzione dei giusti. Che tu possa trovare qualunque benedizione desideri e sia esaudita qualsiasi tua giusta domanda».


FRANCIS

Leggi anche:
5 preghiere per chiedere l’intercessione di San Francesco d’Assisi

La tonaca del guardiano

Il guardiano, intanto, gli dona una sua tonaca, i calzoni e il berretto di sacco con il quale copriva il capo per proteggere le cicatrici e il tracoma agli occhi che aveva contratto in Egitto. Poi lo ammonisce: «Te li do in prestito, per santa obbedienza! E perché ti sia chiaro che non puoi vantare su di essi nessun diritto, ti tolgo ogni potere di cederli ad altri».

L’ultima cena

Con le ultime energie, Francesco, officia la rievocazione dell’Ultima cena. Spezza il pane e chiede la lettura del Vangelo di Giovanni che rievoca il Giovedì santo. Rivolgendosi ancora ai frati, chiede loro di deporlo di nuovo nudo sulla terra, e di lasciarlo giacere dopo la sua morte «il tempo necessario a percorrere comodamente un miglio».


SAINT FRANCIS

Leggi anche:
“La grande tentazione”. Ecco perché San Francesco lasciò la guida dell’Ordine Francescano

Il Colle del Paradiso

Il poverello chiede di essere sepolto sul Colle dell’Inferno, come un qualsiasi malfattore, come accadde a Cristo che morì crocifisso tra i due ladroni e venne sepolto fuori da Gerusalemme.

Il colle, ricorda Padre Enzo Fortunato, «un giorno si sarebbe chiamato Colle del Paradiso e lì sarebbe stata edificata la basilica di San Francesco. La canonizzazione sarebbe stata una delle più rapide nella storia dei santi, soltanto due anni dopo la morte».

San Francesco d'Assisi
Brad Coy-cc
Tags:
mortesan francescosan francesco d'assisi
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Gelsomino Del Guercio
Strano cerchio bianco sulla testa del Papa. Il video diventa vira...
3
Histórias com Valor
Bambino uscito dal coma: ho visto la mia sorellina abortita
4
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
5
Claudio De Castro
Sono andato a Messa distratto, e Gesù mi ha dato una grande lezio...
6
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
7
Catholic Link
Non mi piaceva Santa Teresa di Lisieux finché non ho imparato que...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni