Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 17 Settembre |
Roberto Bellarmino
home iconChiesa
line break icon

Papa Francesco: guardate dentro la croce, il crocifisso non è un accessorio di abbigliamento

PAPIEŻ FRANCISZEK

AFP/EAST NEWS

Vatican News - pubblicato il 19/03/18

Così il pontefice durante l'Angelus di ieri

All’Angelus Papa Francesco ricorda la scena evangelica che si svolge a Gerusalemme dove, in occasione della festa della Pasqua ebraica, sono arrivati anche alcuni greci. “Vogliono vedere Gesù” e si avvicinano a Filippo, uno dei dodici apostoli. Gesù non risponde con un “si” o con un “no”, ma dice: “E’ venuta l’ora che il Figlio dell’uomo sia glorificato”. “Chi vuole conoscere Gesù – spiega il Santo Padre – deve guardare alla croce, dove si rivela la sua gloria”:

Il Vangelo di oggi ci invita a volgere il nostro sguardo al crocifisso, che non è un oggetto ornamentale o un accessorio di abbigliamento – a volte abusato! – ma è un segno religioso da contemplare e comprendere. Nell’immagine di Gesù crocifisso si svela il mistero della morte del Figlio come supremo atto di amore, fonte di vita e di salvezza per l’umanità di tutti i tempi. Nelle sue piaghe siamo stati guariti.

Il Papa esorta a guardare dentro il crocifisso, a vedere Gesù da dentro, a contemplare le sue piaghe:

Non dimenticatevi di questo: guardare il crocifisso, ma guardarlo dentro. C’è questa bella devozione di pregare un Padre Nostro per ognuna delle cinque piaghe: quando preghiamo quel Padre Nostro, cerchiamo di entrare attraverso le piaghe di Gesù dentro, dentro, proprio al suo cuore. E lì impareremo la grande saggezza del mistero di Cristo, la grande saggezza della croce.

Il Santo Padre ricorda poi l’immagine del chicco di grano “che marcendo nella terra genera nuova vita”. Gesù – afferma – è venuto sulla terra ma “deve anche morire per riscattare gli uomini dalla schiavitù del peccato e donare loro una vita nuova”. Anche in noi discepoli – sottolinea Francesco – deve realizzarsi “questo dinamismo del chicco di grano compiutosi in Gesù”. Siamo chiamati “a fare nostra la legge pasquale del perdere la vita per riceverla nuova ed eterna”. Ma cosa significa – chiede il Pontefice – perdere la vita? Cosa significa essere un chicco di grano?

Significa pensare di meno a sé stessi, agli interessi personali, e saper “vedere” e andare incontro ai bisogni del nostro prossimo, specialmente degli ultimi. Compiere con gioia opere di carità verso quanti soffrono nel corpo e nello spirito è il modo più autentico di vivere il Vangelo, è il fondamento necessario perché le nostre comunità crescano nella fraternità e nell’accoglienza reciproca. Voglio vedere Gesù, ma vederlo da dentro. Entra nelle sue piaghe e contempla quell’amore del suo cuore per te, per te, per te, per me, per tutti.

“La Vergine Maria, che ha tenuto sempre lo sguardo del cuore fisso al suo Figlio, dalla mangiatoia di Betlemme fino alla croce sul Calvario – aggiunge il Papa – ci aiuti a incontrarlo e conoscerlo così come Lui vuole”. Il Pontefice ricorda infine che ieri si è recato in visita a Pietrelcina e a San Giovanni Rotondo. Porto nel cuore tutti – afferma infine il Papa – specialmente i malati della Casa Sollievo della sofferenza, gli anziani e i giovani. “Ringrazio coloro che hanno preparato questa visita che davvero non dimenticherò. Che Padre Pio benedica tutti”.

QUI L’ORIGINALE

Tags:
angeluscrocifissopapa francesco

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
GETAFE
Dolors Massot
Due sorelle giovanissime diventano suore contemporaneamente a Mad...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
THERESA GIUNI
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Giuni Russo è giunta fino a Cristo per mano d...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
EUCHARIST
Philip Kosloski
Preghiere da recitare all’elevazione dell’Ostia a Messa
7
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni