Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 26 Febbraio |
Santi Luigi Versiglia e Callisto Caravario
home iconChiesa
line break icon

Papa: l’eredità di padre Pio, preghiera, piccolezza e sapienza

POPE FRANCIS PIETRELCINA

Tiziana FABI / AFP

Vatican News - pubblicato il 18/03/18

Se il Regno di Dio, spiega Francesco, è rivelato ai piccoli, è perché loro hanno la capacità di accoglierlo in quanto “non pensano di bastare a loro stessi” e hanno il “cuore umile, aperto, povero e bisognoso”:

Il cuore di questi piccoli è come un’antenna, che : capta il segnale di Dio, subito, se ne accorge subito. Perché Dio cerca il contatto con tutti, ma chi si fa grande crea un’enorme interferenza, non arriva la voglia di Dio: quando si è pieni di sé, non c’è posto per Dio. Perciò Egli predilige i piccoli, si rivela a loro, e la via per incontrarlo è quella di abbassarsi, di rimpicciolirsi dentro, di riconoscersi bisognosi. Il mistero di Gesù Cristo è mistero di piccolezza: Lui si è abbassato, si è annientato. Il mistero di Gesù, come vediamo nell’Ostia ad ogni Messa, è mistero di piccolezza, di amore umile, e si coglie solo facendosi piccoli e frequentando i piccoli.

A causa della cultura dello scarto, lasciamo Gesù da parte

Con gli occhi e il cuore ancora colmi delle emozioni vissute in mattinata tra i bambini del reparto oncologico della Casa sollievo della Sofferenza, il Papa indica in questo luogo lo “speciale santuario” in cui si trovano tanti “piccoli prediletti da Dio” e in cui quindi possiamo “cercare” e “trovare” Dio. “Chi si prende cura dei piccoli” rimarca”sta dalla parte di Dio e vince la cultura dello scarto, che, al contrario, predilige i potenti e reputa inutili i poveri..Da qui un ricordo personale e un forte monito al mondo di oggi:

Da bambino, alla scuola ci insegnavano la storia degli spartani. A me sempre ha colpito quello che ci diceva la maestra, che quando nasceva un bambino o una bambina con malformazioni, lo portavano sulla cima del monte e lo buttavano perché non ci fossero questi piccoli. Noi bambini dicevamo: “Ma quanta crudeltà”. Fratelli e sorelle, noi facciamo lo stesso, con più crudeltà, con più scienza. Quello che non serve, quello che non produce va scartato. Questa è la cultura dello scarto, i piccoli non sono voluti oggi. E per questo Gesù è lasciato da parte.

Imitare la sapienza di san Pio e non solo ammirarlo

Per parlare dell’ultima eredità lasciata da padre Pio, la “sapienza”, e del suo “segno visibile” il confessionale, Francesco ricorda gli scritti biblici e l’essenza della “vera sapienza”: non l’ ”avere grandi doti”, non il “mostrarsi forte” o il “rispondere al male con il male”; bensì “disarmare le forze del male con la carità animata dalla fede”:

San Pio ha combattuto il male per tutta la vita e l’ha combattuto sapientemente, come il Signore: con l’umiltà, con l’obbedienza, con la croce, offrendo il dolore per amore. E tutti ne sono ammirati; ma pochi fanno lo stesso. Tanti parlano bene, ma quanti imitano? Molti sono disposti a mettere un “mi piace” sulla pagina dei grandi santi, ma chi fa come loro? Perché la vita cristiana non è un “mi piace”, è un “mi dono”. La vita profuma quando è offerta in dono; diventa insipida quando è tenuta per sé.

Nel Confessionale comincia e ricomincia una vita sapiente

E la “via della sapienza”, aggiunge Francesco, sta nell’”incontro con Dio” che “ salva” e “perdona” e nessuno, sono le parole del Papa, può sentirsi escluso o non averne bisogno. ”San Pio ha offerto la vita e innumerevoli sofferenze per fare incontrare il Signore ai fratelli” e il “mezzo decisivo” era la “Confessione”:

Lì comincia e ricomincia una vita sapiente, amata e perdonata, lì inizia la guarigione del cuore. Padre Pio è stato un apostolo del confessionale. Anche oggi ci invita lì; e ci dice: “Dove vai? Da Gesù o dalle tue tristezze? Dove torni? Da colui che ti salva o nei tuoi abbattimenti, nei tuoi rimpianti, nei tuoi peccati? Vieni, il Signore ti aspetta. Coraggio, non c’è nessun motivo così grave che ti escluda dalla sua misericordia”.

L’invito finale del Papa nella Messa ma anche a chiusura di questa visita nella terra di san Pio è dunque di “coltivare ogni giorno”, le tre eredità preziose da lui lasciate e visibili nei “ tre segni” dei gruppi di preghiera, degli ammalati e del confessionale.

QUI L’ARTICOLO ORIGINALE DA VATICAN NEWS

  • 1
  • 2
Tags:
papa francescosan pio da pietrelcina
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
2
POPE EASTER
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco: “Non dovete mai convincere un non credente”
3
CAIN AND WIFE
Francisco Vêneto
Con chi si è sposato Caino, se Adamo ed Eva avevano solo figli ma...
4
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
5
MUM, HUG, CHILD
Annalisa Teggi
Mamma si suicida insieme al figlio, ma lo salva con l’ultim...
6
FAUSTINA
don Marcello Stanzione
I Cherubini e l’Inferno: le visioni degli angeli di santa Faustin...
7
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti maligni a San Miche...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni