Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 26 Settembre |
Santi Cosma e Damiano
home iconChiesa
line break icon

Papa: l’eredità di padre Pio, preghiera, piccolezza e sapienza

POPE FRANCIS PIETRELCINA

Tiziana FABI / AFP

Vatican News - pubblicato il 18/03/18

Imitiamo san Pio e non lo ammiriamo soltanto: con la preghiera fiduciosa, con il servizio ai bisognosi e con l’incontro con Dio nel Confessionale

di Gabriella Ceraso

E’ intessuta della vita santa di padre Pio l’omelia di Francesco sul sagrato della Chiesa nuova progettata da Renzo Piano e dedicata al frate cappuccino a San Giovanni Rotondo, nell’ultima tappa della visita pastorale. Dopo averne silenziosamente venerato il corpo, e aver lasciato una stola che sarà posta all’interno della teca, il Papa si sofferma sulle tre “eredità” lasciate dal santo delle stimmate che sono poi insegnamenti di Gesù: la “preghiera”, la “piccolezza” e la “sapienza” racchiusi in tre “segni visibili”, i “gruppi di preghiera”, gli “ammalati della Casa Sollievo della sofferenza” e il “confessionale”. Enorme l’affetto manifestato dalla folla, che ha ribadito, per voce del vescovo mons Michele Castoro, “Santo Padre le vogliamo un gran bene”!

Pregate senza stancarvi, nella lode e nell’adorazione

E in un continuo dialogo proprio con i circa trentamila fedeli presenti, Francesco attinge al Vangelo e interroga l’uomo di oggi. Parole che risuonano mentre l’occhio si sofferma sui mosaici del centro Aletti che impreziosiscono l’altare e che parlano di passione, eucarestia e misericordia. Per Gesù, sottolinea Francesco, la preghiera “non era un optional”, ma “era al primo posto”. Spesso invece, mentre preghiamo, constata il Papa, interviene un “attivismo inconcludente” che ci fa dimenticare la “parte migliore” che è Dio. Per questo San Pio raccomandava di “pregare senza mai stancarsi”, e, aggiunge il Papa, “come” Gesù:

Non si conosce il Padre senza aprirsi alla lode, senza dedicare tempo a Lui solo, senza adorare. Quanto abbiamo dimenticato noi la preghiera di adorazione, la preghiera di lode. Dobbiamo riprenderla. Ognuno può domandarsi: come adoro io? Quando adoro io? Quando lodo Dio io? Riprendere la preghiera di adorazione e di lode. È il contatto personale, a tu per tu, lo stare in silenzio davanti al Signore il segreto per entrare sempre più in comunione con Lui. La preghiera può nascere come richiesta, anche di pronto intervento, ma matura nella lode e nell’adorazione.

Preghiera non è un tranquillante è portare la vita a Dio

“Portare la vita del mondo a Dio”, “un gesto di amore”: è questa dunque la preghiera che somiglia a quella di Gesù e non una “ saltuaria chiamata di emergenza” o un “ tranquillante da assumere a dosi regolari” afferma il Papa. Per questo motivo, ricorda , san Pio ci ha lasciato i “gruppi di preghiera”:

E se noi non affidiamo i fratelli, le situazioni al Signore, chi lo farà? Chi intercederà, chi si preoccuperà di bussare al cuore di Dio per aprire la porta della misericordia all’umanità bisognosa? Per questo Padre Pio ci ha lasciato i gruppi di preghiera. A loro disse: «E’ la preghiera, questa forza unita di tutte le anime buone, che muove il mondo, che rinnova le coscienze, […] che guarisce gli ammalati, che santifica il lavoro, che eleva l’assistenza sanitaria, che dona la forza morale […], che spande il sorriso e la benedizione di Dio su ogni languore e debolezza» (ibid.). Custodiamo queste parole e chiediamoci ancora: io prego? E quando prego, so lodare, so adorare, so portare la vita mia e di tutta la gente a Dio?

Il Mistero di Gesù si coglie solo facendosi piccoli

La “Piccolezza” è la seconda parola chiave e anche la seconda eredità di padre Pio.

  • 1
  • 2
Tags:
papa francescosan pio da pietrelcina
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
3
SLEEPING
Cecilia Pigg
7 modi in cui i santi possono aiutarvi a dormire meglio di notte
4
Gelsomino Del Guercio
Scandalo droga e festini gay con il prete: mea culpa del vescovo ...
5
SHEPHERDS
José Miguel Carrera
Il dolore dei genitori per i figli che non vogliono più sapere ni...
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
POPE AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
Il Papa contro la Chiesa “parallela” in cui si bestemmia l’azione...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni