Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 11 Aprile |
Domenica dell'Ottava di Pasqua
home iconChiesa
line break icon

Padre Pio conosceva l’ora e il giorno della sua morte?

PADRE PIO

PD

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 15/03/18

«Salutandomi mi disse “Che vai a Roma?”; io gli risposi: “Padre lei lo sa che vado a Lourdes”. Egli non rispose». Una frase profetica poiché Pavone, una volta in viaggio e giunto a Roma, apprese della morte di Padre Pio. E tornò subito a San Giovanni Rotondo.




Leggi anche:
Il mistero delle stimmate di Padre Pio. La parola ai tre medici che lo hanno visitato

La confessione della marchesa Rizzani

La signora Giovanna Rizzani, coniugata con il marchese Fernando Boschi, ha avuto un rapporto di figliolanza spirituale con Padre Pio. Il frate, durante una loro conversazione, la invitò a recarsi subito a San Giovanni Rotondo. Pochi giorni prima di morire, durante la confessione, le disse: “Questa è l’ultima confessione che fai con me. Ora ti do l’assoluzione di tutti i peccati commessi dall’uso della ragione fino a questo momento”. “Perché, Padre?”. Padre Pio: “Già te l’ho detto che non posso più confessarti, perché me ne vado… È arrivata l’ora mia… Gesù mi viene incontro”».

La profezia a frate Atanasio

Frate Atanasio Lonardo da Teano (CE) era un ex frate del convento di San Giovanni Rotondo. Il 22 settembre 1968 si recò dai confratelli e in particolare da Padre Pio, a cui chiese una benedizione, prima di ripartire per Napoli, dove la mattina seguente avrebbe iniziato la predicazione delle 40 ore.«Egli – ricorda Atanasio – a differenza delle altre volte, che mi aveva abbracciato dicendomi qualche buona parola, questa volta, quasi bruscamente, alla presenza di alcuni amici presenti, mi dice: questa sera non parti, questa notte rimarrai qui».




Leggi anche:
«Così è morto Padre Pio». Il racconto dell’infermiere che lo assistette fino all’ultimo

Frate Atanasio ebbe un imprevisto e quella sera effettivamente non partì. Ma non solo. Fu uno dei primi ad accorrere quando, nella notte, Padre Pio si sentì male e morì.

Il giorno di frate Tarcisio

Frate Tarcisio Zullo da Cervinara (AV) si trovava a San Giovanni Rotondo il 20 settembre 1968, per il cinquantesimo anniversario delle stimmate. Prima di partire per Roma, dove era ricoverato in ospedale suo padre, Roberto Zullo, in gravi condizioni, passò a salutare il suo Confratello stigmatizzato che, abbracciandolo, gli disse: «Uagliò, a martedì non ci arrivo!». La previsione, infatti, fu precisa: il 23 set- tembre 1968 era lunedì.

Il racconto più sconvolgente: frate Pellegrino Funicelli

Frate Pellegrino Funicelli, assistente personale di Padre Pio, visse accanto a lui le ultime ore di vita del frate. Erano le ore 21 del 22 settembre 1968 quando raggiunse il frate delle stimmate nella sua cella. Questi gli preannunciò che il giorno dopo avrebbe detto una messa per lui e poi volle confessarsi. Questa conversazione è agli atti del processo canonico:

“Figlio mio, se oggi il Signore mi chiama, chiedi perdono per me ai Confratelli di tutti i fastidi che ho dato; e chiedi ai Confratelli e ai figli spirituali una preghiera per l’anima mia”. 

Risposi: “Padre Spirituale, io sono sicuro che il Signore la farà ancora vivere a lungo; ma se dovesse aver ragione lei, posso chiederle un’ultima benedizione per i Confratelli, per tutti i suoi figli spirituali e i suoi ammalati?”.

E lui: “Sì che benedico tutti; chiedi anzi al Superiore che dia lui per me questa ultima benedizione” (…) Infine mi ha chiesto di rinnovare l’atto della professione religiosa.

All’una di notte Padre Pio chiese a frate Pellegrino di accompagnarlo per una camminata sul terrazzino. Incredibilmente il frate camminava «dritto e spedito», e «non c’era bisogno di sostenerlo». Fu l’ultimo contatto con il mondo esterno, fu l’ultimo contatto con la terra. Perché poi chiese di tornare in stanza ed ebbe un crollo. Nei minuti successivi le sue condizioni peggiorarono sempre più sino ad aggravarsi tra le 2 e le 3 di notte, quando Padre Pio spirò.


ŚWIĘTY OJCIEC PIO

Leggi anche:
Sei triste o depresso? Questa preghiera di padre Pio ti aiuterà!

  • 1
  • 2
Tags:
mortesan pio da pietrelcina
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni