Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 07 Maggio |
Santa Rosa Venerini
home iconArte e Viaggi
line break icon

La statua della Vergine Maria più alta della Statua della Libertà

VIRGIN OF PEACE

Drones Valera | Youtube

V. M. Traverso - pubblicato il 14/03/18

Costruita in Venezuela sul luogo in cui si dice che la Vergine sia apparsa nel 1570

Dal 1892 al 1954, quando Ellis Island serviva come principale porto di ingresso negli Stati Uniti, i migranti che arrivavano nel Paese dopo aver attraversato l’Oceano Atlantico venivano accolti da una colossale statua neoclassica che rappresentava l’unica cosa che cercavano: la libertà.

“E poi, all’improvviso, abbiamo provato una profonda commozione e siamo arrivati in America”, ha ricordato un migrante. “Tutti hanno iniziato a gridare vedendo la Signora, la Statua della Libertà”.

“La Signora”, una statua di rame alta più di 45 metri, venne donata dalla Francia agli Stati Uniti nel 1886. Fu progettata dallo scultore francese Frédéric Auguste Bartholdi e costruita da Gustave Eiffel, autore un anno dopo della torre che porta il suo nome a Parigi.

Per anni “la Libertà che illumina il Mondo” (com’è formalmente nota la Statua della Libertà) è stata la statua più alta di tutto il continente americano, ma nel 1983 lo scultore spagnolo Manuel de la Fuente ha eretto una statua più alta della Vergine Maria, la Virgen de la Paz (Vergine della Pace), nello Stato di Trujillo, nel Venezuela occidentale.

Questa statua imponente, realizzata completamente in calcestruzzo e dal peso di oltre mille tonnellate, è pochi centimetri più alta della Statua della Libertà, che misura 46 metri dalla base alla torcia, e qualche metro più alta della famosissima statua del Cristo Redentore (38 metri), situata sulla cima della collina del Corcovado a Rio de Janeiro (Brasile).

La statua è stata costruita per ordine del Presidente venezuelano Luis Herrera Campins su un altopiano di oltre 1.400 metri chiamato Peña de la Virgen (Roccia della Vergine), dove si dice che la Madonna sia apparsa nel 1570.

Secondo la tradizione, una giovane donna stava camminando per le strade del villaggio di Carmona per andare a comprare delle candele. Un gruppo di uomini le si avvicinò chiedendo: “Perché cammini da sola?”, al che lei replicò: “Non sono sola. Sono con Dio, il sole e le stelle”, o, in base ad altre versioni: “Fratelli, non dimenticate che cammino con Dio, mio protettore”. Gli uomini la seguirono mentre lei si andava a nascondere dietro alcune rocce, e si resero conto della sua vera identità.

Come la Statua della Libertà, la Virgen de la Paz può essere visitata dall’interno, e le sue cinque balconate offrono un panorama spettacolare della foresta tropicale circostante.

Entrambi i monumenti hanno un ricco simbolismo. La Statua della Libertà rappresenta Libertas, la dea romana della libertà, che stringe nella mano destra alzata una torcia, mentre nella sinistra ha una tavola con su scritto JULY IV MDCCLXXVI (4 luglio 1776), la data della Dichiarazione d’Indipendenza degli Stati Uniti.

La Virgen de la Paz è ispirata a Nostra Signora della Pace, patrona spirituale di Trujillo dal 1568 e della diocesi locale dal 1960. Nella mano destra ha una colombia bianca, simbolo di pace sulla terra.

La statua detiene anche un altro record, quello della più alta rappresentazione di Maria al mondo. Nonostante le sue dimensioni colossali e il suo simbolismo profondamente evocativo, non attira tuttavia tanti visitatori quanto altri luoghi turistici del Paese.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
statuavenezuelavergine maria
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Catholic Link
Non mi piaceva Santa Teresa di Lisieux finché non ho imparato que...
3
TAMING TRIPLETS
Annalisa Teggi
Resta incinta mentre era già incinta: sono nate 3 bimbe e stanno ...
4
VANESSA INCONTRADA
Gelsomino Del Guercio
Vanessa Incontrada: ho scelto di battezzarmi a 30 anni per ritrov...
5
CHIARA AMIRANTE
Gelsomino Del Guercio
Chiara Amirante inedita: la cardiopatia, l’omicidio scampat...
6
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
7
Annalisa Teggi
Intrappolata in un macchinario tessile: muore Luana, mamma di 22 ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni