Aleteia
lunedì 26 Ottobre |
Santi Luciano e Marciano
Chiesa

"Papa Francesco. Un uomo di parola" un film di Wim Wenders

Aleteia Italia - pubblicato il 13/03/18

In occasione del quinto anniversario di Pontificato di Sua Santità, Papa Francesco, in prima visione esclusiva su Vatican News

Il 13 marzo 2013, il Cardinale di Buenos Aires, Jorge Mario Bergoglio, diventa il 266.mo Pontefice della Chiesa cattolica. Primo Papa proveniente dalle Americhe; primo Papa giunto dall’emisfero Sud; primo gesuita Vescovo di Roma, ma soprattutto il primo Papa ad aver scelto il nome di Francesco, dopo San Francesco di Assisi (1181-1226), uno dei santi cristiani e riformatori più venerati, che dedicò la propria vita a “Sorella Povertà” e al profondo amore per la natura e per tutti gli esseri viventi sulla “Sorella Madre Terra”.

Papa Francesco. Un uomo di parola”, scritto e diretto dal regista tre volte nominato agli Oscar, Wim Wenders, è destinato ad essere, più che un film documentario sulla sua vita, un viaggio personale con Papa Francesco. Punto di partenza del progetto, la volontà espressa da monsignor Dario Edoardo Viganò, prefetto della Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede, di fare un film con Papa Francesco, e non su Papa Francesco. Rara co-produzione con il Vaticano, le idee e il messaggio del Papa sono al centro del docu-film, che descrive il lavoro di riforma compiuto dal Santo Padre e le sue risposte alle principali sfide globali del mondo di oggi: la morte, la giustizia sociale, l’immigrazione, l’ecologia, le diseguaglianza in termini di ricchezza, il materialismo e il ruolo della famiglia.




Leggi anche:
Perché Wim Wenders sta realizzando un film su Papa Francesco?

La tecnica di ripresa (direct-to-camera) del film porta lo spettatore faccia a faccia con il Papa, creando un dialogo tra lui, e – letteralmente – il mondo circostante. Raccogliendo le domande di persone in diversi percorsi e fasi della vita, Papa Francesco risponde agli agricoltori e ai lavoratori, ai rifugiati, ai bambini e agli anziani, ai carcerati e a coloro che vivono nelle favelas (baraccopoli) o ancora nei campi profughi. Tutte queste voci e tutti questi volti rappresentano uno spaccato di umanità che si unisce in un dialogo con Papa Francesco.




Leggi anche:
Un film su Dio e la fede. L’attore protagonista? Papa Francesco!

Questa “sinfonia di domande” costituisce lo scheletro del film, che mostra anche il Papa nei suoi tanti viaggi attraverso il mondo, con immagini che lo riprendono mentre parla alle Nazioni Unite, si rivolge al Congresso degli Stati Uniti, piange con le persone raccolte al Ground Zero e al Yad Vashem, il Centro Mondiale per la Memoria dell’Olocausto a Gerusalemme; parla ai detenuti nelle carceri e ai rifugiati nei campi profughi del Mediterraneo. Lo vediamo viaggiare in Terra Santa (Palestina e Israele), in Africa, in Sud America e in Asia.

In tutto il film, Papa Francesco condivide la sua visione di Chiesa e la sua profonda preoccupazione per i poveri, il suo impegno per le questioni ambientali e per la giustizia sociale; il suo appello per la pace nelle aree segnate dai conflitti e per la pace e il dialogo tra le diverse religioni. Nel film appare anche San Francesco, richiamo al nome scelto dal Papa, con cenni ad alcuni momenti leggendari della vita del Santo, come riformatore ed ecologista.

In un’epoca di profonda sfiducia verso il mondo della politica e delle persone al potere, in un mondo in cui le menzogne, la corruzione e il raggiro dei fatti sono all’ordine del giorno, “Papa Francesco. Un uomo di parola” ci mostra una persona che vive conformemente a ciò che predica, e che ha guadagnato la fiducia di persone appartenenti ad ogni credo e cultura del mondo.




Leggi anche:
Spiritualità e cinema: Per la prima volta, la Santa Sede nel Festival di Cannes

Papa Francesco. Un uomo di parola” è prodotto da Wim Wenders con Samanta Gandolfi Branca, Alessandro Lo Monaco (“L’esercito più piccolo del mondo”), Andrea Gambetta e David Rosier (“Il sale della Terra”). il film è una produzione di Célestes Images, Vatican Media, Solares Fondazione delle Arti, PTS Art’s Factory, Neue Road Movies, Fondazione Solares Suisse e Decia Films.

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
papa francescowim wenders
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
Gelsomino Del Guercio
Scomunicato Vlasic, ex padre spirituale dei v...
fedez don alberto ravagnani
Gelsomino Del Guercio
Fedez e don Alberto Ravagnani: confronto su s...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Padre Fortea exorcista
Francisco Vêneto
Il demonio e le chiese date alle fiamme: per ...
EVGENY AFINEEVSKY
Camille Dalmas
Come Afineevsky ha recuperato l‘estratto sull...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni