Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 01 Novembre |
San Wolfgang di Rägensburg
home iconSpiritualità
line break icon

Vuoi una Quaresima migliore? Vai all'inferno!

HELL IMAGE

RondellMelling | CCO

padre Robert McTeigue, SJ - pubblicato il 08/03/18

La meditazione sull'inferno è una pratica fondamentale, soprattutto in questo periodo

Che tipo di Quaresima avete vissuto finora? Avete tenuto fede ai vostri propositi? Cadete ma vi rialzate? Avete rinunciato? Quest’anno non vi siete nemmeno scomodati a pensare alla Quaresima?

Non importa come sia stata la vostra Quaresima fino a questo momento – è incompleta senza una meditazione sull’Inferno.

Le meditazioni sulle “Quattro cose ultime” (Morte, Giudizio, Paradiso e Inferno) non sono più comuni come una volta nel discorso cristiano e nelle arti. Forse il motivo è che alcune rappresentazioni dell’Inferno e di chi lo occupa sono così grottesche da invitare alla derisione piuttosto che a una sorta di santo orrore che potrebbe portare al pentimento. Alcuni dicono che “un Dio amorevole non condannerebbe le persone alla dannazione eterna”, ed è quasi vero, ma non del tutto – siamo noi a dannarci con il nostro rifiuto ostinato di Dio.

È davvero possibile un rifiuto così terribile di Dio e dei suoi doni? Abbiamo davvero il potere di agire in modo così decisivo e totale contro i nostri interessi? Consideriamo queste parole della poetessa Elizabeth Barrett Browning, tratte dal suo A Drama of Exile: “Anch’io ho la forza – forza di guardarlo e non adorarlo. Forza di allontanarmi e non rivolgermi a lui”.

La poetessa ha messo queste parole in bocca a Lucifero, che è il modello del peccato – una ribellione contro e un rifiuto dell’autorità e dell’amore di Dio. Quella forza terribile – la forza di “guardarlo e non adorarlo”, “di allontanarmi e non rivolgermi a lui” – è una forza che ha ogni essere umano, una forza che ogni onesto peccatore sa di aver esercitato. Quali sono le conseguenze di questa ribellione e di questo rifiuto finale di Dio?




Leggi anche:
Come amare la Quaresima quando ti terrorizza

  • 1
  • 2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
infernoquaresima
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Annalisa Teggi
"Dite ai miei figli che li amo": ecco chi è l...
Pope Audience
Gelsomino Del Guercio
Corruzione in Vaticano, il Papa: "Non ho paur...
O Planeta que temos
Le 7 marche di cioccolato che sfruttano il la...
COQUI
Esteban Pittaro
L'ultima Messa di un sacerdote prima di esser...
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Toscana Oggi
Si può fare la Comunione senza essersi prima ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni