Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 05 Dicembre |
Beato Filippo Rinaldi
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Che c’è di male nel paragone?

ENVY

Oleksii Shalamov - Shutterstock

Javier Fiz Pérez - pubblicato il 08/03/18

Paragonarsi a un amico o a un fratello è naturale, ma può anche diventare pericoloso

L’autostima di molte persone dipende dal loro paragonarsi agli altri, che può essere considerato – a patto che non lo si faccia in modo compulsivo – una tendenza naturale.

L’effetto del paragone è legato alla vicinanza all’altra persona e all’importanza che diamo alla caratteristica sulla quale effettuiamo il paragone.

Ad esempio, essere sconfitti da un fratello o un amico in un’attività in cui ci riteniamo particolarmente validi e in cui spiccare è importante per noi risulta più doloroso che essere sconfitti da un estraneo, perché la vicinanza aumenta il paragone sociale.

È naturale paragonarsi agli altri, ma se si è ossessionati dalle proprie carenze anziché concentrarsi sui campi in cui si spicca si sta dando attenzione all’aspetto sbagliato, cosa che può pregiudicare e perfino impedire di intervenire in molti aspetti della propria vita.

Scommettete su voi stessi

Ecco 5 consigli per potenziare la crescita personale senza bisogno di paragonarsi agli altri.

MŁODY CHŁOPAK
Pexels | CC0

1. Potenziate la vostra autostima

L’autostima si può descrivere come la valutazione positiva o negativa di se stessi. Tutti abbiamo giornate buone e giornate cattive, e spesso il modo in cui ci sentiamo cambia per riflettere gli eventi. L’autostima può essere anche vista come un aspetto stabile della personalità che si sviluppa durante tutta la vita.

ZAZDROSNA KOBIETA
Pexels | CC0

2. Identificate i vostri comportamenti comparativi

Il comportamento comparativo si verifica quando ci si paragona agli altri indipendentemente dal fatto che si troviano in una posizione superiore o inferiore. In generale, si paragonano le caratteristiche positive o negative altrui con le proprie. A volte i paragoni sociali possono essere utili, ma i comportamenti comparativi possono danneggiare la nostra autostima e impedire lo sviluppo sereno della nostra vita.

LOVE YOUR PET
Erica Magugliani | Unsplash

3. Concentratevi su ciò che avete

Quando vi renderete conto che paragonarvi agli altri non vi serve a niente cercherete altri modi per raggiungere il successo desiderato. Se iniziate a provare e ad esprimere gratitudine per i doni che avete, smetterete di concentrarvi sugli altri e inizierete a farlo su voi stessi. Dedicate più tempo a concentrarvi sugli aspetti positivi della vostra vita. Potreste rendervi conto del fatto che iniziate a notarli di più quando non siete occupati a paragonarvi agli altri.

MĘŻCZYZNA
Dineslav Roydev/Unsplash | CC0

4. Capite che avete il controllo della vostra vita

Resistere per non paragonarvi agli altri è molto difficile, ma alla fine avete il controllo sulla vostra vita. Siete voi a prendere le decisioni per dare alla vostra vita una direzione particolare. Siete voi a prendere le decisioni migliori per voi stessi.

BOOKS
Public Domain

5. Comprendete il processo per cambiare i vostri pensieri e i vostri comportamenti

Tutti attraversano delle tappe che portano alla consapevolezza di una situazione e di se stessi, un processo che ha l’obiettivo di accettare i nuovi comportamenti.

– Contemplazione: questa tappa implica la considerazione di effettuare un cambiamento nella vita. La persona inizia a soppesare gli aspetti positivi del cambiamento, pur essendo consapevole anche dei suoi aspetti negativi.

– Azione: in questa tappa la persona si sforza di modificare il comportamento. Ciò può implicare la riduzione di certe attività o l’aumento di altre. Una volta che si è presa la decisione di cambiare bisogna compiere passi concreti.

– Mantenimento: questa tappa consiste nel mantenere un livello di attività che assicuri che il comportamento è cambiato e che si mantiene tale.

– Finalizzazione: durante questa tappa, il comportamento è cambiato in modo tale che la persona non sperimenta ricadute, neanche sotto stress, depressione, ansia o altri stati emotivi. Si tratta di comportamenti ormai consolidati in abitudini.

In conclusione, ricordate che il paragone costante con gli altri tende a diminuire la vostra autostima e a far sì che vi sentiate male con voi stessi.

Resistete alla tentazione di paragonarvi agli altri, prendendo coscienza dei valori e degli aspetti positivi attuali della vostra vita.

Fissate delle mete che aumentino la vostra sicurezza e reimparate i comportamenti che miglioreranno non solo l’opinione e la stima di voi stessi, ma soprattutto la vostra vita e il contesto sociale, senza bisogno di paragonarvi agli altri.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
rapporti interpersonali
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni