Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Papa Francesco: impegni concreti per liberare gli schiavi di oggi

POPE FRANCIS AUDIENCE HAPPY
Antoine Mekary | ALETEIA
Condividi

"Per liberare gli oppressi, gli scartati e gli schiavi di oggi, è essenziale promuovere un dialogo aperto e sincero con i governanti"

Sono disumane le condizioni in cui versano milioni di migranti e rifugiati. Chi è costretto a lasciare la propria patria è, troppo spesso, vittima “di inganni, violenza e abusi di ogni genere”. Dagli Stati servono risposte più efficaci per affrontare le sfide poste dai fenomeni migratori. E’ quanto ha affermato Papa Francesco incontrando, stamani, i membri della Commissione Internazionale Cattolica per la Migrazione. Il Signore – ha affermato il Santo Padre – inviò “Mosè dal faraone per convincerlo a liberare il suo popolo”. Oggi un altro popolo, formato da milioni di oppressi, attende di essere liberato:

Per liberare gli oppressi, gli scartati e gli schiavi di oggi, è essenziale promuovere un dialogo aperto e sincero con i governanti, un dialogo che fa tesoro dell’esperienza vissuta, delle sofferenze e delle aspirazioni del popolo, per richiamare ciascuno alle proprie responsabilità. I processi avviati dalla comunità internazionale verso un patto globale sui rifugiati e un altro per una migrazione sicura, ordinata e regolare rappresentano uno spazio privilegiato per realizzare tale dialogo.

Gli Stati passino dalle parole all’impegno concreto

La sollecitudine pastorale della Chiesa verso i migranti e i rifugiati – ha aggiunto il Papa – è una testimonianza che deve spronare il mondo intero:

Insieme dobbiamo incoraggiare gli Stati a concordare risposte più adeguate ed efficaci alle sfide poste dai fenomeni migratori; e possiamo farlo sulla base dei principi fondamentali della dottrina sociale della Chiesa. Dobbiamo altresì impegnarci per assicurare che alle parole seguano impegni concreti nel segno di una responsabilità globale e condivisa.

Il Pontefice ha infine esortato i membri della Commissione Internazionale Cattolica per la Migrazione a manifestare “l’amore misericordioso di Dio” ai migranti e ai rifugiati.

 

QUI L’ORIGINALE

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.