Aleteia logoAleteia logoAleteia
domenica 27 Novembre |
Prima domenica d'Avvento
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Le 10 cose di cui non ci si può mai pentire secondo suor Caritas

unnamed-2-1

Per gentile concessione delle Figlie di San Paolo

Suor Theresa Aleteia Noble - pubblicato il 08/03/18

Questa suora santa è morta il mese scorso, e vale la pena di meditare sulla saggezza che ci ha lasciato e di memorizzarla

Non dimenticherò mai la prima volta in cui ho incontrato suor Caritas. La sua salute era in declino e si era appena trasferita a Boston per iniziare la fase finale della sua vita. Un giorno stavo camminando nell’atrio e ho visto una suora anziana a circa 15 metri da me. Mentre mi dirigevo verso di lei ha spalancato le braccia come per avvolgermi. Ho pensato: “Questa suora mi sta sicuramente confondendo con qualcun altro. Non la conosco”. Ma suor Caritas non era confusa. Era piena di gioia alla vista di una giovane consorella. Mi ha abbracciata, mi ha guardata negli occhi e ha iniziato a bersagliarmi di domande. Non dimenticherò mai il suo benvenuto. Posso dire in tutta onestà di non essere mai stata accolta con tanto amore da una persona estranea.

unnamed2
Per gentile concessione delle Figlie di San Paolo

Suor Maria Caritas, FSP, è morta il 1° febbraio. Non era famosa. Conduceva una vita nascosta, soprattutto negli ultimi anni a Boston. In precedenza era stata a Toronto e in quella zona aveva degli stretti familiari. Per lei è stato molto difficile quando le è stato chiesto di trasferirsi a Boston per via della sua salute, ma alla fine, anche se lo spostamento le è costato, si è arresa alla volontà di Dio.

Suor Caritas è sempre stata una persona dal carattere forte. Suor Anne Flanagan ha scritto di lei in un articolo recente: “È cresciuta in Sicilia, con un carattere forte e determinato come il suo cognome: Forte!”

Angelica Forte era nata in Italia, terza figlia di genitori affettuosi ai quali era stato consigliato di abortirla. Hanno invece recitato novena su novena e lei alla fine è nata sana. La sua famiglia la chiamava “la bambina del miracolo”.

Da giovane aveva molti pretendenti, e quando decise di entrare in convento la madre la portò da un sacerdote e gli chiese di convincerla invece a sposare un giovane che riteneva particolarmente adatto. La giovane Angelica, che aveva cercato di spiegare alla madre che il suo cuore apparteneva già a Gesù, alla fine si alzò e mise le mani sulla scrivania del sacerdote. “Padre!”, esclamò, “dica a mia madre che se le piace tanto quel ragazzo se lo può prendere!”

La santa suora è morta il mese scorso. Vale la pena di meditare sulla saggezza che ci ha lasciato e di memorizzarla. Nel corso della sua vita religiosa, suor Caritas ha mantenuto il suo splendido spirito audace. È stata missionaria in Canada e ha imparato l’inglese e il francese. Ha affrontato molte sofferenze, inclusa alla fine una lunga malattia debilitante, ma in ogni sofferenza si è arresa a Dio, confidando nel Suo amore.

Una volta ha scritto quale fosse il segreto della sua vita religiosa: “Non faccio niente per me stessa, e quindi vedo l’aspetto positivo in ciò che va fatto e non mi trattengo mai”.

Suor Caritas è stata un esempio per le sue consorelle, soprattutto nel modo in cui ha preso a cuore il suo nome religioso, Carità. Con la grazia di Dio, ha provato ad essere fonte di carità per chi la circondava.

unnamed-1-1
Per gentile concessione delle Figlie di San Paolo
Il rosario e altri oggetti personali di suor Caritas

Scriveva sul suo diario piccole note che la incoraggiassero: “Caritas, non ti stancare; prega, prega, prega”. Il modo deciso in cui ha cercato di mettere in pratica il suo nome era uno splendido omaggio al Dio che amava così tanto e che è l’Amore stesso.

Dopo la morte di suor Caritas, le consorelle hanno trovato questo elenco nel suo diario. Coglie lo spirito del modo semplice e splendido in cui ha cercato di incarnare la carità nella sua vita e offre un progetto di vita e d’amore per tutti noi.

unnamed-2-1
Per gentile concessione delle Figlie di San Paolo

10 Cose di cui uno non si pente mai:

1. Fai del bene a tutti
2. Non parlar male di nessuno
3. Prima di decidere rifletti
4. Non parlare quando sei agitato
5. Aiuta chi è sfortunato
6. Ammetti il tuo errore
7. Sii paziente con tutti
8. Ascolta ma non per raccontare
9. Non credere a cose spiacevoli sugli altri
10. Preparati a morire (questo sottolineato)

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
canadacaritaitaliastati unitisuoratestimonianze di vita e di fede
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni