Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

Iscriviti alla Newsletter

Aleteia

Intolleranza al lattosio? Non rinunciare (sempre) al cappuccino

Condividi

Un integratore ci può aiutare a non perdere il piacere del latte

Breve storia triste, non posso più bere il cappuccino.

Da quando ricordo di aver avuto possibilità di bere caffè, non c’è stata una mattina e dico una, in cui non mi sia svegliata con un buonissimo cappuccino, di quelli del bar, super cremosi e morbidi che fanno il baffo quando li bevi.

Ma purtroppo tutto questo pare essere giunto al capolinea da quando poco dopo averlo bevuto, mi ritrovavo con mal di pancia e gonfiori vari, fino a che come tutti quelli che ci sono passati ho iniziato a fare delle prove, togliendo cappuccino e latte una, due, tre mattine fino a notare che effettivamente i fastidi correlati sparivano.

Quello che a volte accade quando ci troviamo in una situazione di intolleranza al lattosio, lo zucchero presente all’interno del latte, è una ridotta produzione dell’enzima lattasi che è fondamentale per la scissione del lattosio in glucosio e galattosio, due monosaccaridi che possono essere facilmente assorbiti dal nostro organismo; senza la lattasi, il lattosio arriva nell’intestino e qui la flora batterica presente ne provoca la fermentazione le cui conseguenze possono essere mal di pancia e problemi intestinali, ma anche mal di testa e irritabilità.

Dunque una volta accertata una reale intolleranza, la prima cosa che ho dovuto fare è stata eliminare a malincuore il mio cappuccino mattutino ed ho provato a sostituirlo con il cappuccino di soia, poi quello di riso, poi il latte senza lattosio, ma niente, il cappuccino vero non si batte!

Così ho iniziato a fare una ricerca in farmacia ed ho trovato dei prodotti che per noi novelli intolleranti sono come manna dal cielo: gli integratori di lattasi…! Morale della favola, loro fanno il lavoro sporco, digerendo per me il lattosio ed io ogni tanto posso concedermi un cappuccino come si deve.

Ovviamente è un prodotto di cui non si può abusare, ma può tornare molto utile soprattutto quando si mangia fuori casa, perchè non è sempre facile monitorare tutto quello che ci ritroveremo nel piatto ed in caso di intolleranze più severe, assumendo una compressa circa mezz’ora prima dei pasti, ci risparmieremo tutti i fastidi che deriverebbero da un eventuale presenza di lattosio nel cibo.

In farmacia ce ne sono di vari tipi, chiedete al vostro farmacista di fiducia che sicuramente saprà consigliarvi su quello giusto per voi.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni