Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 26 Luglio |
Santi Gioacchino e Anna
home iconStile di vita
line break icon

Più coccolate i vostri bambini, più saranno intelligenti

MATKA Z DZIECKIEM

Aleksandra Jankovic/Stocksy United

Marzena Wilkanowicz-Devoud - Aleteia Polonia - pubblicato il 07/03/18

Un recente studio americano assicura che le coccole date ai bambini fin dalla loro nascita hanno un impatto diretto sullo sviluppo del loro cervello. Una buona ragione per circondarli con tutto il nostro affetto?

Sono queste le conclusioni di un’équipe di neuropsichiatri del Nationwide Children’s Hospital dell’Ohio (USA): i bambini vezzeggiati dai genitori hanno reazioni cerebrali nettamente più vive e più intense. Secondo i ricercatori, che hanno osservato 125 lattanti, di cui alcuni prematuri, per valutare l’impatto del contatto fisico nei neonati, far sentire il proprio calore corporeo a un bebè… cullarlo, baciarlo o ancora coccolarlo a iosa aumenterebbe le possibilità di renderlo “più intelligente” e “più socievole”.

E di fatto queste facoltà sono da sviluppare fin dai primi tre mesi del bambino. In quest’arco temporale, se i lattanti ricevono 20 minuti supplementari di contatto affettivo al giorno i risultati sembrano essere spettacolari, sullo sviluppo cerebrale. Concretamente, il contatto affettivo stimolerebbe la produzione degli ormoni del benessere e della crescita. Un cocktail ideale per renderli “intelligenti”?

Le coccole fanno crescere

Nel suo libro Les nourritures affectives [I nutrimenti affettivi, N.d.T.], pubblicato nel 1993, il celebre neuropsichiatra Boris Cyrulnik insisteva già sul potere dell’affetto nel processo di sviluppo del bambino. Per lui «l’affettività – troppo spesso considerata un valore desueto – scolpisce l’essere umano. Senza di essa, il piccolo non manterrà le sue promesse genetiche». E al contrario, secondo lui, la negligenza affettiva causa menomazioni e può danneggiare il cervello.

Nel caso dei bambini isolati, di cui non ci si occupa o ci si limita a farlo in modo meccanico, il cervello è meno stimolato. Si constata allora la diminuzione di certe funzioni cerebrali. Al contrario, se lo si coccola, se si gioca con lui e se gli si parla affettuosamente sorridendogli, il bambino impara ad anticipare. Il suo cervello reagisce, la circolazione dell’energia aumenta. «È come un computer, o un muscolo che viene allenato», spiegava Boris Cyrulnik durante una conferenza a Quimper nello scorso novembre.

Assetati d’amore

Il neuropsichiatra va ancora oltre quando sottolinea che la mancanza di attenzione e di amore riduce più tardi le capacità di apprendere e di comprendere. Insomma, mettiamo via i cellulari e coccoliamo accuratamente i nostri bambini. Pensate che in Francia esistono perfino delle volontarie – che chiamano “le cullanti” – dedite a coccolare i bambini ospedalizzati…

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Tags:
bambinieducazioneneonati
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
Catholic Link
Una guida per l’esame di coscienza da ripassare prima di og...
4
Gelsomino Del Guercio
Cesare Cremonini indica al cardinale Zuppi “la strada per i...
5
MASS
Gelsomino Del Guercio
Niente Green Pass per andare a messa: la precisazione del Governo
6
Theresa Aleteia Noble
I consigli di 10 sacerdoti per una confessione migliore
7
José Miguel Carrera
La lettera di un giovane ex-protestante convertitosi al cattolice...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni