Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 04 Agosto |
Sant'Aspreno
home iconChiesa
line break icon

Papa Francesco: Dio ci perdona se noi perdoniamo gli altri

POPE PRAY

Antoine Mekary I ALETEIA

Vatican News - pubblicato il 06/03/18

Attenzione al rancore che mette il nido nel nostro cuore.

Due le parole sintesi del messaggio proposto dalla liturgia di oggi : “Purtroppo” e “A patto che”. Il tema comune è il perdono, dice il Papa, che cos’è e da dove viene.

Tu sei grande Signore, io ho peccato

Nella prima lettura tratta dal Libro del profeta Daniele si racconta di Azaria che, gettato nella fornace ardente per  non aver rinnegato il Signore, non si lamenta con Dio del trattamento subito, non lo rimprovera rivendicando la sua fedeltà. Continua a professare la grandezza di Dio e va alla radice del male dicendo: “Tu ci hai salvati sempre, ma purtroppo abbiamo peccato”.  Accusa se stesso e il suo popolo. E Francesco afferma: “L’accusa di noi stessi è il primo passo verso il perdono”.

Accusare se stessi è parte della saggezza cristiana; no, accusare gli altri, no … Se stessi. Io ho peccato. E quando noi ci accostiamo al sacramento della penitenza avere questo in mente: Dio grande che ci ha dato tante cose e purtroppo io ho peccato, io ho offeso il Signore e chiedo salvezza.

E’ Dio che ci giustifica

Il Papa racconta l’aneddoto di una signora che nel confessionale riferiva a lungo dei peccati della suocera, cercando di giustificarsi, fino a che il sacerdote le ha detto: ‘Va bene, adesso confessi i suoi peccati’. Accusare se stessi:

E questo piace al Signore, perché il Signore riceve il cuore contrito, perché, come di Azaria: “Non c’è delusione per coloro che confidano in Te”, il cuore contrito che dice la verità al Signore: “Io ho fatto questo, Signore. Ho peccato contro di Te”. Il Signore gli tappa la bocca, come il papà al figliol prodigo; non lo lascia parlare. Il suo amore lo copre. Perdona tutto.

Dio ci perdona ‘a patto che’ perdoniamo

Francesco invita a non aver vergogna di dire i propri peccati perché è il Signore che ci giustifica perdonandoci non una volta, ma sempre. Ad una condizione, però:

Il perdono di Dio viene forte in noi a patto che noi perdoniamo gli altri. E non è facile questo, perché il rancore mette il nido nel nostro cuore e sempre c’è quella amarezza. Tante volte portiamo con noi l’elenco delle cose mi hanno fatto: “E questo mi ha fatto quello, mi ha fatto quello, mi ha fatto questo, …”.

Il diavolo ci incatena all’odio

Il Papa mette in guardia dal farci incatenare dal diavolo all’odio, perchè l’odio schiavizza e conclude: “Queste sono le due cose che ci aiuteranno a capire la strada del perdono: ‘Tu sei grande Signore, purtroppo ho peccato’ e ‘Sì, ti perdono, settanta volte sette, a patto che tu perdoni gli altri’ ”.

QUI L’ORIGINALE

Tags:
omelia santa martapapa francescoperdono
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
MADELEINE PAULIAC
Sandra Ferrer
La dottoressa che aiutò a partorire delle suore violentate
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
NEWBORN, GIRL
Annalisa Teggi
Genova: neonata lasciata nella culla per la vita. Affidata, non a...
4
MAN, ALZEHIMER, WOMAN
ACI Digital
Cosa accade all’anima di una persona che ha l’Alzheim...
5
Gelsomino Del Guercio
Don Patriciello richiama Fedez che incita all’aborto: i pre...
6
JENNIFER CHRISTIE
Jeff Christie
Mia moglie è rimasta incinta del suo stupratore – e io ho accolto...
7
BISHOP BARRON
Francisco Vêneto
Il vescovo Barron mette in guardia sull’ideologia del testo...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni