Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 28 Gennaio |
San Tommaso d'Aquino
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

La decanonizzazione di Santa Gianna Beretta Molla

WEB-SAINT-APR 28-GIANNA BERETTA MOLLA Public Domain

Public Domain

Senza Pagare - pubblicato il 02/03/18

L’intervento ebbe luogo il 6 settembre 1961. Gianna entrò in sala parto il Venerdì Santo del 1962, e il giorno dopo, il 21 aprile, nacque Gianna Emanuela. Sempre fedele, Gianna affermava: “Tra la mia vita e quella di mio figlio salvate il bambino!” Gianna morì in casa il 28 aprile 1962.

Di fronte alle alternative che le erano state proposte – non solo dai medici, ma anche dai familiari e dal marito stesso, ricordandole i tre figli che avrebbe lasciato privi della sua presenza materna –, la prima era moralmente lecita, legittima, e tuttavia Gianna mise al primo posto la figlia che portava in grembo.

Se non è stato gravemente ingiusto – tutt’altro – l’abbandono previsto (ma non desiderato) a cui Santa Gianna Beretta Molla votò i figli in virtù della sua offerta magnanima d’amore, perché dovrebbe essere gravemente ingiusto che un padre o una madre si doni con una magnanimità simile rinunciando a un comportamento gravemente immorale per non offendere più Dio, unirsi a Gesù Cristo e vivere in comunione con il Suo Corpo che è la Chiesa – potendo continuare, seppur con dei limiti, ad accompagnare i propri figli e a contribuire alla loro crescita?

[Traduzione dal portoghese a cura di Roberta Sciamplicotti]

  • 1
  • 2
Tags:
canonizzazionefigligenitorigianna beretta mollaSanti
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni