Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

I Romani davano davvero i cristiani in pasto ai leoni?

ROME ON FIRE
Condividi

La persecuzione cristiana nell’antica Roma è stata dilagante ma non costante

Anche quando i cristiani venivano scoperti, non erano sempre giustiziati. San Cipriano, vescovo di Cartagine, venne semplicemente esiliato per la sua fede, mentre il clero della Numidia fu condannato al duro lavoro nelle miniere, una punizione in genere riservata agli schiavi.

Con la fine del regno dell’imperatore Valeriano, che aveva istituito un sacrificio universale nell’impero, i cristiani vissero per circa 40 anni senza che venisse intrapresa alcuna azione ufficiale contro di loro. Fu solo con la “Grande Persecuzione” sotto l’imperatore Diocleziano nel 303 che i cristiani tornarono nel mirino.

Suona come una persecuzione, ma non venne messa in atto totalmente dai Romani. Molti dei cristiani messi a morte in questo periodo vennero infatti denunciati e giustiziati dalla popolazione locale piuttosto che dalle autorità. Un esempio può essere quello di Policarpo di Smirne e dei martiri di Lione e Vienne, che vennero portati in tribunale da alcuni cittadini, che insistettero anche perché venissero giustiziati.

I leoni non erano poi l’unica forma di punizione. La condanna ad essere sbranati dalle bestie era una forma comune di esecuzione, ma non era riservata ai cristiani. Era infatti un metodo diffuso di castigo perché massimizzava la sofferenza della vittima intrattenendo allo stesso tempo chi vi assisteva.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.