Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 30 Luglio |
San Pietro Crisologo
home iconSpiritualità
line break icon

L’intercessione della Madonna al momento della morte

PRAYING ROSARY

PIXABAY

ARAUTOS DO EVANGELHO - pubblicato il 01/03/18

“Prega per noi peccatori, adesso e nell'ora della nostra morte”. Perché chiedere che Maria ci assista alla fine della vita?

Nella preghiera che tante volte rivolgiamo alla Madonna ci sono due parti distinte, che vale la pena di analizzare: una riguarda il presente, l’altra il futuro. La prima cambia continuamente per quanto riguarda il tema della richiesta, la seconda non varia, chiede sempre la stessa grazia.

“Prega per noi adesso” è la richiesta del momento presente, il cui oggetto sarà diverso in base alle nostre necessità. A volte sarà la richiesta di una grazia protettrice, altre volte di consolazione, a volte di alleviamento o di cura di qualche malattia.

Ma prega per noi “nell’ora della nostra morte” riguarda il futuro, ed è sempre la stessa richiesta che abbiamo rivolto ieri, che rivolgiamo oggi, ripetuta 200 volte nel Rosario e che torneremo a rivolgere domani, se Dio ci concederà un giorno nuovo e se in esso reciteremo il saluto angelico.

Allora perché la Santa Chiesa, per mezzo dell’Ave Maria, preghiera quotidiana e familiare a tutti i cristiani, perfino a quelli più indifferenti, ha formulato questa richiesta “Prega per noi… nell’ora della nostra morte?” Può essere solo per ragioni molto degne della sua saggezza. È perché nell’ora della morte l’intercessione della Santissima Vergine Maria ci è estremamente necessaria ed è sommamente efficace.

Necessità dell’assistenza di Maria negli ultimi istanti

Per comprendere bene quanto sia necessaria l’assistenza della Madonna nei nostri ultimi istanti, si deve ricordare che il momento della morte è quello decisivo e più difficile di tutti, nel quale sarà fissato il nostro destino per tutta l’eternità. Quando cade un albero, a sinistra o a destra, dove cade resta, dice bene l’Ecclesiaste (11, 3). Se cade dal lato giusto, se moriremo nella grazia di Dio, saremo felici per sempre, ma se cade dal lato sbagliato, ovvero se moriamo nell’inimicizia di Dio, il nostro posto sarà accanto ai reprobi. L’ora della morte è quella del combattimento supremo. Se trionfiamo sul demonio, tutte le nostre sconfitte passate troveranno riparazione, saremo vittoriosi per sempre, prenderemo posto tra gli eterni trionfatori e il Re del Cielo ci cingerà con la corona di gloria eterna.

Prendiamo in considerazione il buon ladrone. La sua vita era macchiata da vari crimini. Era stato un malfattore che si era sporcato le mani con il sangue dei fratelli; qualche istante prima di morire si è pentito, è stato perdonato, i suoi crimini sono stati cancellati e – da pio ladro del Cielo, come viene chiamato – per un istante di sincera penitenza è andato a condividere le gioie del Paradiso con i patriarchi e i profeti che hanno trascorso tutta la vita a compiere opere buone.

Se invece all’ultimo momento il nostro nemico, il demonio, trionfasse su di noi, le nostre vittorie già acquisite, per quanto numerose, sarebbero inutili. Le nostre opere buone, anche se avessimo vissuto come giusti per lunghi anni, sarebbero perdute per sempre e si volatilizzerebbero. Resteremmo come dei navigatori che dopo aver trionfato su varie tempeste in alto mare naufragano nel porto d’arrivo.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Tags:
ave mariaintercessionemadonnamariamortepreghiera
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
JENNIFER CHRISTIE
Jeff Christie
Mia moglie è rimasta incinta del suo stupratore – e io ho accolto...
2
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
BENEDYKT XVI O KAPŁAŃSTWIE
Gelsomino Del Guercio
Nella Chiesa “separare i fedeli dagli infedeli”. La stoccata di B...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
7
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontan...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni