Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Maestra omosessuale sposa la fidanzata e viene licenziata dalla scuola cattolica

© Marie ACCOMIATO / CIRIC
Condividi

E' successo a Miami e molti genitori non sono stati affatto contenti. Che ne pensate?

Jocelyn Morffi è una maestra di scuola elementare a Miami. Fino a pochi giorni fa prestava servizio presso Peter & Paul Catholic School di Miami, una scuola cattolica, venendo apprezzata moltissimo da genitori e alunni. Jocelyn Morffi è omosessuale e ha sposato pochi giorni fa la sua fidanzata, poco dopo è stata licenziata dalla scuola apparentemente anche con una certa fretta stando alle parole di una delle mamme, Cintia Tini (Corriere della Sera, 18 febbraio):

“Eravamo decisamente arrabbiati: l’hanno trattata come una criminale e non le hanno nemmeno permesso di portare via le sue cose dalla classe” ha raccontato ai giornali lolali una madre, Cintia Tini. “Non sapevamo che l’insegnante fosse omosessuale, e del resto questo non ci interessa affatto. L’unica cosa che ci interessa è come si comportava con i nostri figli, il modo in cui insegnava, e quello che possiamo dire è che era una delle migliori insegnanti in giro…”.

Nessun commento al momento dalla scuola e solo una breve nota dall’Arcidiocesi di Miami a firma della sua portavoce Mary Ross AgostaMorffi ha rotto il contratto con la scuola in relazione alle regole di condotta dell’istituto”.

Dal canto suo Jocelyn Morffi ha spiegato, in un post sui social network, che: «Questo weekend ho sposato l’amore della mia vita e per questo sono stata licenziata. Ai loro occhi non sono il tipo giusto di cattolica». Il Sussidiario, tuttavia, precisa che la dichiarazione resa da Agosta all’autorevole sito Politico.com rende la questione obbiettivamente più complessa.

Quel che è certo è a prescindere dalle reali motivazioni di base, la Scuola e la Diocesi hanno gestito assai male l’intera vicenda facendo passare la Chiesa come ente oscurantista invece che provare a spiegare quello che la stessa portavoce della Diocesi aveva provato a raccontare a Politico. «Non posso essere io a discutere della specificità di Morffi, ma ricordo che tutti i dipendenti devono firmare un contratto che si impegna a seguire la politica della chiesa, che include il divieto di matrimonio tra persone dello stesso sesso», spiega Mary Ross Agosta, che poi precisa. «Questa è una scuola cattolica. I genitori mandano i loro figli in una scuola cattolica a causa dell’insegnamento della chiesa, della disciplina e della spiritualità. Questo è stato un insegnante benvoluto per sette anni. Ma quando un contratto è rotto, lascia il datore di lavoro senza altra scelta», conclude la Agosta.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni