Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 29 Novembre |
San Vincenzo Romano
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Se non riesco a stare attento a Messa, vale davvero la pena di andarci?

web3-cant-pay-attention-in-mass-catholic-diocese-of-saginaw-cc-by-nd-2-0

Diocesi cattolica di Saginaw | CC BY ND 2.0

Katrina Fernandez - pubblicato il 22/02/18

Come la “partecipazione attiva” può essere qualcosa di diverso da quello a cui pensate

Ciao, Katrina. La mia domanda per te riguarda la partecipazione attiva alla Messa. È considerata “partecipazione” se non riesco a concentrarmi pienamente sulle letture o sull’omelia? Ho due figlie di 3 anni e 8 mesi e in genere mi distraggo per assicurarmi che non facciano troppo rumore disturbando chi ci circonda. Alcune domeniche perdo completamente tutte le letture e perfino l’omelia. Mi chiedo se non dovrei aspettare che crescano un po’ per andare a Messa, per potermi concentrare e partecipare davvero. Si può dire che partecipo alla Messa se sono a malapena mentalmente presente?

Sì, stai comunque partecipando alla Messa! Direi perfino che la “partecipazione” inizia nel momento in cui ti alzi e decidi di andare a Messa. Ricordo il livello di determinazione e volontà che richiedeva solo uscire di casa con un bambino piccolo, quando trovare un momento per farsi la doccia, vestirsi e preparare la borsa dei pannolini era una vera prodezza degna delle Olimpiadi.

Penso che la confusione derivi dal significato che sta dietro alla definizione “partecipazione attiva”. Se pensi che significhi soltanto dire tutte le risposte, cantare insieme tutti i canti e ascoltare attentamente tutte le letture e l’omelia senza far vagare la mente neanche una volta, allora capisco che possa portare a frustrazione e delusione, forse perfino a un senso di fallimento.

La partecipazione attiva non significa soltanto l’azione esterna, come gesti e risposte. Si riferisce anche alla partecipazione interiore. Andare a Messa con l’intenzione di essere presente, al meglio delle proprie capacità, è un atto di partecipazione. Come madre, il tuo dovere primario sono le tue figlie e far fronte alle loro necessità. Se le loro necessità richiedono la tua attenzione nel bel mezzo della Messa, ciò non nega la tua presenza. Anche se trascorri tutta la Messa inseguendo una bambina per tutta la chiesa mentre culli l’altra e tutto ciò che puoi offrire sono 30 secondi per riconoscere il mistero che si sta dispiegando davanti a te, stai partecipando. La tua intenzione e il tuo desiderio interiore è essere presente, e allora sii presente come meglio puoi nei pochi secondi che hai a disposizione.

“È necessario che i fedeli si accostino alla sacra liturgia con retta disposizione d’animo, armonizzino la loro mente con le parole che pronunziano e cooperino con la grazia divina per non riceverla invano” (Sacrosanctum Concilium, n. 11).

La partecipazione attiva si può riferire anche alla disposizione con cui ci accostiamo alla liturgia. Scegliamo di andare a Messa di malavoglia o con un atteggiamento di gratitudine per qualsiasi parte della liturgia potremmo assorbire in mezzo al caos in cui vive una mamma? Ci occupiamo con gratitudine di tutti i doveri della maternità o siamo infastidite dall’attenzione che ci richiedono i nostri figli perché è una distrazione per noi?

Il tuo impegno a portare la tua famiglia a Messa è un atto di preghiera in sé e un’opera che vale lo sforzo, quindi non smettere mai di portare le tue bambine in chiesa.

Allo stesso modo, non rendere la Messa domenicale l’unico momento in cui provare a connetterti con il Signore. Trascorri con Lui qualsiasi momento, seppur breve, ti puoi ritagliare nella settimana – cerca di leggere le letture della Messa quotidiana la mattina o la sera dopo che le bambine sono andate a letto, prega mentre svolgi i lavori domestici, canta inni con le tue figlie, recita il Rosario al parco o magari chiedi a tuo marito o a un tuo familiare di occuparsi delle piccole di modo che tu possa trascorrere un’ora in adorazione.

Con il tuo esempio e il tuo impegno, le tue figlie impareranno l’importanza di andare regolarmente a Messa. Trova forza e pace nel sapere che Dio gradisce i tuoi sforzi, per quanto possano essere distratti.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
bambiniliturgiamadri
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni