Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 17 Aprile |
Santa Kateri Tekakwitha
home iconStile di vita
line break icon

Il coraggio di affidare i figli a chi non siamo noi: anche questo è educare!

Shutterstock

Emanuele Fant - Credere - pubblicato il 22/02/18

I gruppi Wathsapp sono febbrili fucine di soluzioni pedagogiche d'avanguardia. Le assemblee di classe processi a porte chiuse al docente e alla sua capacità di insegnare? Forse dobbiamo togliere l'assedio a insegnanti e figli...

A me non verrebbe mai in mente di andare dal fornaio e suggerirgli un tempo diverso per la lievitazione del pane perché l’ho sentito a Bake Off. Tantomeno ho mai consigliato al mio parrucchiere il tipo di forbice da usare, mi limito semmai ad indicare l’effetto complessivo che voglio ottenere con il nuovo taglio.


KID SERVITUDE

Leggi anche:
La tragedia silenziosa che sta colpendo i nostri bambini, oggi

Esistono invece mestieri che definirei “collegiali”: gli italiani non sopportano che si svolgano da soli, ritengono sia un dovere collettivo intervenire, come se il professionista del settore soffrisse di una continua solitudine.

Al terzo posto c’è il medico: è prassi, ormai accreditata dai migliori ospedali, l’abitudine a cercare i propri sintomi su Google, per poi rivolgersi al dottore che aggiungerà modestamente il suo parere all’autodiagnosi.

Al secondo posto c’è l’allenatore: i bar della penisola, il lunedì mattina, sono una panchina diffusa. Tra un cappuccino e un cornetto, si chiarisce cosa non stava in piedi nella formazione del giorno prima e si stabilisce la punizione adatta al centravanti che pensa solo alla Velina.

La prima posizione è saldamente nelle mani del professore: tutti sanno sempre, esattamente, cosa deve fare. Non esiste un genitore che non abbia ipotizzato una didattica migliore per suo figlio.




Leggi anche:
Figli: e se il problema fosse che togliamo loro tutti i problemi?

I gruppi WhatsApp sono inesausti laboratori di soluzioni pedagogiche innovative. Le assemblee di classe a volte sembrano processi dove chi è seduto in cattedra sembra l’unico chiamato a imparare: «Professore, non crede che dovrebbero fare più temi?», «Siamo sicuri che questa gita cada nel momento migliore?», «Perché non mettete gli armadietti come nei licei americani?».

Com’è difficile affidare un figlio a una persona che non siamo. Come è complesso non spiare mentre si compie il rito inaccessibile della sua formazione. Ma è pure essenziale riconoscergli il diritto di subire un’ingiustizia, una lezione fatta male, lo scontro con un professore impreparato. Anche questa è educazione. Anche il coraggio di saperlo abbandonare.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE

Tags:
educazione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Don Davide conduce la nuova edizione de "I Viaggi del cuore"
Gelsomino Del Guercio
Don Davide Banzato: la fuga dal seminario, l’amore per un&#...
2
BLESSED CHILD
Philip Kosloski
Coprite i vostri figli con la protezione di Dio con questa preghi...
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
Lucandrea Massaro
“Cosa succede se un prete si innamora?”
5
AUGUSTINE;
Aleteia Brasil
8 grandi santi che soffrivano di depressione ma non si sono mai a...
6
MIGRANT
Jesús V. Picón
Il bambino perduto nel deserto ci invita a riflettere
7
Paola Belletti
È cieco chi vede in Isabella solo la sindrome di Down
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni