Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 09 Maggio |
Santa Louise de Marillac
home iconChiesa
line break icon

Dedicata oggi la nuova chiesa dei 21 martiri copti sgozzati dall’Isis

Isabelle Cousturie - pubblicato il 15/02/18

Oggi, 15 febbraio, i copti d’Egitto rendono omaggio alle vittime con una messa nella nuova chiesa che, con l’occasione, viene dedicata alla loro memoria.

Tre anni dopo il barbaro massacro dei 21 membri della loro Chiesa, sgozzati a vista di telecamera su una spiaggia libica dall’Isis, la comunità copta d’Egitto si appresta a onorare la loro memoria nella nuovissima chiesa dedicata a loro nella provincia di Minya. Dopo molti tentativi di ostacolare il progetto – manifestazioni e atti di vandalismo – l’edificio viene ufficialmente inaugurato oggi, giovedì 15 febbraio, nel giorno fissato per la memoria liturgica dei 21 martiri.

L’edificio religioso si trova ad Al Our, il paese vicino alla città di Samalut, donde provenivano 13 dei 21 martiri. Le celebrazioni liturgiche e commemorative avranno luogo in presenza di numerosi parenti dei martiri e delle spoglie di questi ultimi, ritrovate nell’ottobre del 2017 in una fossa comune sulla costa libica, dalle parti di Sirte.

Promessa mantenuta

La chiesa è stata costruita a spese dello Stato egiziano, conformemente alle promesse del presidente Abdel Fattah al-Sissi. Oltre alla costruzione della chiesa, il presidente al-Sissi ha promesso alle famiglie delle vittime un indennizzo finanziario e una pensione.

Una settimana dopo la diffusione del video che mostrava la scena delle decapitazioni, mentre alcuni fra loro sussurravano il nome di Gesù mentre venivano immolati, il Patriarca copto ortodosso Teodoro II aveva deciso di iscrivere le 21 vittime del massacro nel Sinassario, il martirologio della Chiesa copta ortodossa, e di fissare la festa della loro memoria il 15 febbraio, data che corrisponde al giorno in cui l’Isis ha diffuso il video.

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Tags:
chiesa coptacopticristiani coptimartiri
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
TAMING TRIPLETS
Annalisa Teggi
Resta incinta mentre era già incinta: sono nate 3 bimbe e stanno ...
2
PRAY
Philip Kosloski
Come sapere se la vostra anima ha subìto un attacco spirituale?
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
Gelsomino Del Guercio
Gesù e la lettura del Vangelo. Così Celentano “converteR...
5
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
Mar Dorrio
Come trarre profitto spirituale dai momenti negativi?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni