Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 23 Aprile |
San Giorgio
home iconStile di vita
line break icon

Un millennial inventa una soluzione brillante alla dipendenza dal cellulare

The National | YouTube

Cerith Gardiner - pubblicato il 14/02/18

All’ingresso di un evento o di una scuola, gli utenti mettono il loro telefono in un piccolo “marsupio” di neoprene, che poi viene chiuso a chiave. Possono tenere il telefono e metterlo in borsa o nella tasca. Anche se il cellulare è al sicuro con loro, non possono usarlo finché non viene fisicamente aperto in una postazione apposita – bastano un tavolo e un paio di sedie.

Con la tentazione fuori portata, le persone e gli studenti possono fare quello che dovevano: imparare, guardare un concerto, parlare con gli altri. E gli effetti sono sorprendenti. La preside della San Lorenzo High School della California, Allison Silvestri, ha riferito alla NBC che Yondr è “rivoluzionario”. Non solo gli studenti ora parlano con lei nei corridoi della scuola, ma ha anche il 50% dei casi in meno di richieste di intervento per interruzione delle lezioni. Gli studenti hanno notato un miglioramento nei voti, e un’insegnante ha affermato che i compiti che assegna vengono conclusi 10-15 minuti prima. “Gli studenti interagiscono, parlano tra di loro, leggono, giocano a palla, socializzano – perché non stanno solo a mandarsi messaggi”, ha aggiunto.




Leggi anche:
5 domande per sapere se potete dare uno smartphone a vostro figlio

Il “marsupio” per cellulari si sta dimostrando popolare anche in altri campi. Agli show di Dave Chappelle o ai concerti di Alicia Keys, gli ospiti mettono via il cellulare e si concentrano sull’evento. Non ci sono braccia alzate per registrare la performance disturbando chi è seduto dietro, e la gente si può godere lo show senza la distrazione del telefono e i messaggi da ricevere o inviare. Come afferma Dugoni, “a che servono tutti quei messaggi, quelle condivisioni e quei ‘Mi piace’?” Come dice il sito web di Yondr, “Stai qui ora”.

Considerando il numero crescente di resoconti che dimostrano i pericoli della dipendenza dal cellulare, Dugoni potrebbe aver trovato la soluzione perfetta a questo problema moderno. Se a scuola comportamento e risultati migliorano, sarebbe ottimo se tutto questo si potesse applicare anche nella vita familiare – tanti genitori si chiederanno come entrare in possesso di questo dispositivo per usarlo durante i pasti. Ma è proprio qui che i genitori devono dare l’esempio. E se fossimo noi i primi a mettere il cellulare in tasca e a lasciarlo lì, almeno fino a quando i bambini non vanno a letto?

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

  • 1
  • 2
Tags:
cellularedipendenzamillennials
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
Gelsomino Del Guercio
Il Papa sui cristiani “malati” di protagonismo: non d...
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
SERGIO DE SIMONE
Gelsomino Del Guercio
L’agonia di Sergio, il bambino napoletano che fu sottoposto...
5
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
6
PRIEST,ROMAN,COLLAR
Ary Waldir Ramos Díaz
Aveva un contratto con la Roma, ma ha preferito firmare con Dio
7
Gelsomino Del Guercio
7 santuari uniti da una linea retta. La misteriosa fede per San M...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni