Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 18 Gennaio |
Sant'Antonio
home iconStile di vita
line break icon

Festeggiare San Valentino il Mercoledì delle Ceneri: come si fa?

07 février 2009 : Couple, dîner de la Saint Valentin organisé par des bénévoles de la paroisse Notre-Dame de l'Arche d'Alliance, Paris (75), France. Dinner for Saint Valentine's lovers feast in Our Lady of the Ark of Covenant parish, in Paris (75) France.

Mathilde De Robien - pubblicato il 14/02/18

Quest’anno il Mercoledì delle ceneri cade il giorno di San Valentino. Una bella occasione per ricentrare la vostra vita di coppia sull’essenziale e sull’Essenziale!

Quest’anno il Mercoledì delle Ceneri, che segna l’ingresso nella Quaresima, cade il 14 febbraio, giorno di San Valentino. Ora, la Chiesa chiede che l’astinenza e il digiuno siano osservati due volte nell’anno: il Mercoledì delle Ceneri e il Venerdì Santo. Di conseguenza, entrare in Quaresima richiederà che si metta una croce sopra alla seratina romantica dal gourmet per celebrare il vostro amore.

La questione se si possano conciliare San Valentino e Mercoledì delle Ceneri potrebbe sembrare anodina, ma non lo è. Prova ne sia la sua capacità di suscitare vivaci reazioni. Certo, gli scettici (che non credono né in Dio né nell’amore) non se la pongono. I pragmatici, d’altro canto, l’avranno troncata alla svelta: festeggeranno un San Valentino vigiliare, alla sera di martedì grasso, per salvare la capra del Signore (e della Chiesa) e i cavoli dell’amata (o dell’amato).

I romantici, che avevano previsto di dichiarare la loro fiamma d’amore in quel giorno, hanno un diavolo per capello all’idea di farlo davanti a un piatto di riso in bianco. E gli indecisi, a forza di tentennare tra l’organizzazione di una serata festiva e il recarsi alla Messa delle Ceneri, finiranno col non far nulla per paura di far male o di deludere qualcuno. Eppure – rassicuratevi – è possibile conciliare il Mercoledì delle Ceneri con san Valentino…

Ricentrare la coppia sull’essenziale

Per la Chiesa cattolica, il digiuno consiste nel privarsi di un pasto (pranzo o cena) durante la giornata, al fine di decentrarci dai nostri bisogni e di ricordarci che Dio è ancora più necessario. L’astinenza è il fatto di privarsi di carne (rossa o bianca fa lo stesso) e derivati. Digiuno e astinenza non devono essere percepiti come un obbligo, ma come il mezzo per vivere un’esperienza di fede.

Avrete compreso che niente v’impedisce di festeggiare San Valentino attorno a una pietanza vegetariana, a casa o al ristorante, se saltate l’altro pasto della giornata. Ciononostante, la congiunzione delle due date apre un’altra prospettiva per la vostra coppia: festeggiare san Valentino e il Mercoledì delle Ceneri è fondamentalmente l’occasione di ricentrare la propria coppia sull’essenziale e sull’Essenziale. Questo può essere il giorno in cui decidete di pregare insieme, per la vostra coppia, per i vostri progetti di vita, per i vostri cari, o di vivere insieme un momento di adorazione davanti al Santissimo Sacramento.

Segnare le nostre fronti con la cenere rimanda alla fragilità dell’essere umano, e dunque alla fragilità di ogni coppia, chiamata a convertirsi e a santificarsi. Sarebbe pure il momento ideale per discutere di quanto va messo in opera per vivere la Quaresima, in coppia o in famiglia: dei rituali, una novena particolare o un bussolotto di cui devolvere il contenuto a un’opera caritativa.

Un San Valentino alternativo

Ricentrare la propria coppia sull’essenziale, prendersi il tempo di ritrovarsi, di confrontarsi, lontano dalle preoccupazioni del quotidiano, è ciò che propongono diversi movimenti cristiani al servizio delle coppie e delle famiglie attraverso il progetto “La Saint-Valentin autrement” [Un San Valentino alternativo, N.d.T.]. Gli organizzatori (Alpha, Amour et Verité, Cana, i Centres de Préparation au Mariage, il CLER, le Équipes Notre-Dame, Fondatio, Priscille et Aquila e Vivre & Aimer) invitano le coppie, un po’ dappertutto in Francia, a una serata “cuore a cuore”, proponendo loro delle piste mediante cui riflettere sulla loro vita coniugale, in profondità e con benevolenza.

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Tags:
innamoramentomercoeldì delle ceneri
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Semplici scatti
Puoi chiamarle coincidenze ma sono carezze di...
Gelsomino Del Guercio
Etiopia, strage di cristiani nel Tigrai: dife...
SALVE REGINA
José Miguel Carrera
Un Salve Regina come non lo avete mai visto
Silvia Lucchetti
Silvia e Andrea: il nostro matrimonio stava c...
Alessandro Gisotti
Papa: prima di giudicare, guardiamoci allo sp...
FRA BENIGNO ESORCISTA
Chiara Ippolito
Il più commovente caso di liberazione: quando...
COVID
Gelsomino Del Guercio
Il prete: benedivo senza olio i malati gravi,...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni