Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 11 Aprile |
Domenica dell'Ottava di Pasqua
home iconChiesa
line break icon

Un podcast per imparare tutte le nuove parole coniate dal Papa

POPE Audience

Antoine Mekary | ALETEIA | I.MEDIA

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 13/02/18

Dalla "globalizzazione dell'indifferenza" a "primerear", ecco la lingua di Bergoglio

Podcast che raccontano il nuovo linguaggio coniato da Papa Francesco. Tra neologismi e un significato diverso e più profondo a parole già note: il gergo bergogliano è unico nel suo genere!

Lessico papale” a cura del vaticanista Andrea Tornielli è il titolo della rubrica di podcast, offerta in esclusiva per la piattaforma Audible di Amazon e disponibile soltanto in formato audio-digitale. Insieme a “Lessico papaleˮ La Stampa propone su Audible una serie di interessanti podcast ribattezzati “PodLastˮ.

“Dio-Denaro”

La prima parola analizzata nei podcast è «denaro», tema più volte affrontato dal Papa e criticato nella sua accezione idolatrica – il «dio-denaro» – per il quale si è disposti a sacrificare la persona umana e la sua dignità.

Intorno alla questione denaro si giocano le maggiori accuse rivolte a Papa Bergoglio: «pauperista», «comunista» e persino «leninista» sono le critiche rivolte da chi non sopporta il magistero sociale del Pontefice argentino. Ma nelle parole di Francesco si misurano anche numerose sottigliezze, ad esempio tra il possesso di ricchezze, l’uso che se ne fa e la dipendenza che ne può derivare.

QUI IL PODCAST

“Globalizzazione dell’indifferenza”

Un altro podcast è dedicato alla questione «immigrati», argomento a cuore del Vescovo di Roma che ha iniziato i suoi viaggi con una trasferta improvvisa e fuori programma proprio nell’isola di Lampedusa, dove ha visitato i campi profughi degli immigrati in fuga da guerre e carestie.

Un inizio non programmato ma alquanto significativo del Papa venuto «dall’altra parte del mondo»: una scelta di campo che ha costretto anche la politica a fare i conti in modo diverso con la questione migratoria, richiamando il grande rischio della «globalizzazione dell’indifferenza» di fronte alle morti in mare che hanno trasformato il Mediterraneo in una tomba per migliaia di uomini, donne e bambini (Vatican Insider, 12 febbraio).

QUI IL PODCAST

A questa connotazione nuova e più profonda di parole già note, Bergoglio, in questi anni, ha saputo accostare neologismi, mutuati spesso dal lunfardo, uno slang nato nelle prigioni argentine e diffusosi poi tra il popolo. Ecco alcuni esempi.

  • 1
  • 2
Tags:
linguaggiopapa francesco
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni