Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 01 Marzo |
Beata Giovanna Maria Bonomo
home iconSpiritualità
line break icon

Il vero motivo per cui vogliamo essere popolari

Pixabay

padre Carlos Padilla - pubblicato il 08/02/18

La fama mi precede e mi cercano. E io cado nella vanità di sentirmi importante. Posso salvare vite, risolvere problemi, risollevare anime spezzate, sostenere chi è caduto.

Posso fare qualcosa per cambiare il mondo. La mia fama si nutre dei miei successi. E mi ci attacco. Proteggo il mio nome, la mia storia, la mia verità.

Perché continuino ad avere bisogno di me. Non voglio lasciare liberi quelli che confidano in me. Voglio essere imprescindibile. Voglio che dipendano da me.

La dipendenza mi fa crescere come persona. La fama inebria. E la gente si affolla davanti alla mia porta.

Che peccato quando la ricerca della fama è quello che motiva e orienta i miei passi! Quando i successi e ciò che ho raggiunto sono il cibo di cui ha bisogno il mio cuore ferito.

Vanità. Tutto è vanità. Una fama che oggi c’è e domani muore. Non ho bisogno di fama per vivere, né di gente intorno a me che giustifichi la mia dedizione e dia senso alla mia vita. Voglio fuggire dai tanti che si accalcano davanti alla mia porta.




Leggi anche:
Papa Francesco: la vanità è l’osteoporosi dell’anima

Guardo Gesù e mi commuove. Non fa mai le cose per risultare gradito agli altri. Non pretende di risolvere tutti i problemi del mondo. È limitato nella sua carne umana. Non chiude la porta a nessuno. Non tratta meglio le persone importanti.

A volte per mantenere la fama posso aggrapparmi ad altre persone famose. Ne cerco il potere, il denaro, l’influenza.

Per non scendere dal vagone delle persone dimenticate. Di quelle che nessuno cerca e di cui nessuno ha bisogno. Del gruppo degli invisibili che non fanno notizia e non vengono mai valorizzati.

Guardo la fama di Gesù e mi mostra il grande vuoto che c’è nel cuore dell’uomo. La ferita più profonda. Di solitudine, angoscia, paura, rifiuto. La ferita che fa sì che il cuore abbia bisogno di toccare Gesù. Un istante. Basta uno sguardo. Una parola lanciata al vento.

Gesù non ha mai voluto fare notizia. Voleva passare inosservato, ma era difficile. Ha affrontato bene sia la fama e che l’oblio, sia l’approvazione che il rifiuto. Non si è sentito male nell’umiliazione. Non si è creduto speciale di fronte a tante lodi.

Quel cuore umile è quello che desidero. Per vivere allo stesso modo nelle due situazioni. Per non cercare la fama e non desiderare il potere che hanno gli altri.

Mi rallegra la vita di cui godo. E guardo grato tutto quello che posso dare nel cammino.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

  • 1
  • 2
Tags:
gesù cristopotere
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Sanctuary of Merciful Love
Bret Thoman, OFS
Le acque guaritrici profetizzate da una suora del XX secolo
2
Philip Kosloski
Perché i cattolici non mangiano carne i venerdì di Quaresima?
3
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
4
Communion
Claudio De Castro
Comunione: si ha tra le mani il Figlio di Dio, e serve rispetto
5
Paola Belletti
Aiutiamo Debora Vezzani? Tutta la famiglia con il Covid, lei la p...
6
Gelsomino Del Guercio
Natuzza Evolo e gli angeli: “Li vedo come bambini pieni di luce e...
7
FUMETTI MATRIMONIO DIO
Catholic Link
5 immagini su cosa accade in un matrimonio che ha Dio al centro
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni