Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Ora è ufficiale: Paolo VI sarà santo!

© DR
Condividi

La Congregazione per le Cause dei Santi ha approvato il miracolo di Amanda. Ultimo atto: il via libera (formale) di Papa Francesco. La canonizzazione ad ottobre 2018

Paolo VI sarà canonizzato nel prossimo ottobre, durante il Sinodo dei vescovi convocato da Papa Francesco sul tema dei giovani.

«La riunione dei vescovi e cardinali della Congregazione dei Santi ha approvato all’unanimità il riconoscimento di un miracolo attribuito all’intercessione di Giovanni Battista Montini. Ora manca soltanto l ‘approvazione di Francesco e l’annuncio della data per la canonizzazione del Pontefice bresciano morto a Castel Gandolfo nell’agosto di quarant’anni fa», scrive Vatican insider (6 febbraio).

La gravidanza a rischio aborto

Il miracolo che assegna l’aureola a Paolo VI riguarda la guarigione di Amanda, una bambina non ancora nata, al quinto mese della gravidanza. Un caso studiato dalla postulazione della causa nel 2014. La mamma, originaria della provincia di Verona, stava portando avanti una gravidanza difficile ed era a rischio di aborto per una patologia che avrebbe potuto compromettere la vita del feto e della madre.

L’immagine stretta al petto

Nel racconto di Brescia Oggi (aprile 2016) la vicenda della piccola miracolata:

La storia di Amanda incomincia nella primavera 2014. Le prime preoccupazioni per la gravidanza, che via diventano pesi enormi da portare. Il rischio, dicono i medici, è che il feto non sopravviva e che possa causare danni irreparabili anche alla salute della mamma.

Qualcuno paventa l’interruzione anticipata della gravidanza come unico rimedio; nessun medico o è in grado di offrire alla mamma anche solo un barlume di speranza.

Una conoscente, invece, parla alla madre di Paolo VI, indicandolo come «il papa che guarisce i bimbi non ancora nati». Forte di quella «nuova speranza». La puerpera raggiunge Brescia e si reca a pregare davanti alla reliquia di Paolo VI custodita nel Santuario della Madonna delle Grazie. Torna a Verona con l’immagine di Paolo VI stretta al cuore e con una manciata supplementare di lacrime, ma anche più che mai convinta a non arrendersi.

Amanda venne al mondo a Natale e iniziò la sua avventura stupendo la scienza e regalando sorrisi e speranze ai genitori e ai tanti che avevano creduto nella sicura vittoria della vita. «Questa nascita non si spiega coi normali canoni della scienza», dissero allora i medici. Per tutti i semplici e devoti che avevano pregato e sperato, invece, Amanda era il «miracolo» del beato Paolo VI.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni