Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Da padre a figlia, da Re a erede

Condividi

Una cerimonia commovente e piena di significato, un bell’esempio di rapporto padre-figlia

Il 30 gennaio è stato un giorno molto importante per la principessa Leonor di Spagna. Il padre, il re Felipe, le ha imposto il Gran Cordone del Vello d’Oro, che viene conferito a chi è chiamato a succedere alla Corona di Spagna.

Con questo atto solenne, celebrato nel Salone delle Colonne del Palazzo Reale di Madrid, ha avuto inizio per questa bambina di 12 anni la vita istituzionale come Principessa delle Asturie ed erede al trono.

Con un sorriso nervoso, lo sguardo timido e il portamento elegante, la principessa Leonor ha ascoltato con grande attenzione le parole che le ha rivolto il padre.

“Hai compiuto un passo simbolico e molto significativo per la tua preparazione e il tuo futuro”, le ha detto il re in un discorso in cui ha voluto spiegare perché ha scelto questa data, giorno del suo 50° compleanno, per imporle il Vello d’Oro.

“Ho scelto di condividere con te questo giorno speciale per sottolineare con maggiore solennità e simbolismo il nostro impegno personale e istituzionale nei confronti della Spagna”.

Oltre alla solennità di un atto di questa importanza al Palazzo Reale, si sono vissuti momenti di affetto e delicatezza di un padre nei confronti della figlia. “Tutto bene?”, le ha chiesto Felipe prima di cominciare. Dopo l’imposizione del Vello, i baci e le carezze del padre orgoglioso hanno ricevuto come risposta un’umile riverenza. In seguito, con delicatezza e semplicità, la principessa delle Asturie è andata a baciare ogni membro della sua famiglia.

Poi, seduta accanto alla madre, ha ascoltato le parole del re, cariche di significato per il presente e il futuro. Felipe le ha spiegato che ricevere il Vello implica per lei “delle responsabilità speciali che dovrai assumere ispirata ai valori e alle responsabilità più profondi; valori che dovrai custodire e rafforzare giorno dopo giorno nel tuo cuore. Perché le tue azioni – tutte – dovranno essere guidate dal massimo senso della dignità e dell’esemplarità, dall’onestà e dall’integrità, dalla capacità di rinuncia e di sacrificio, dal costante spirito di superamento e dalla tua dedizione senza riserve al tuo Paese e al tuo popolo”.

“Dovrai rispettare gli altri, le loro idee e le loro convinzioni, e amerai la cultura, le arti e le scienze, perché ci offrono la migliore dimensione umana per essere migliori e aiutare la nostra società a progredire. Sai costantemente guidata dalla Costituzione, rispettandola e applicandola; servirai la Spagna con umiltà e consapevole della tua posizione istituzionale, e farai tue tutte le preoccupazioni e le gioie, tutti i desideri e i sentimenti degli spagnoli”.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni