Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 24 Gennaio |
Santa Marianne (Barbara) Cope di Molokai
home iconChiesa
line break icon

Papa Francesco: a Messa no ai giornali al posto delle letture

POPE Audience

Antoine Mekary | ALETEIA | I.MEDIA

Vatican News - pubblicato il 31/01/18

Papa Francesco, nella prima catechesi dedicata alla Liturgia della Parola, ha ricordato che nella Scrittura, Dio dialoga col suo popolo, per questo sono proibite omissioni o sostituzioni delle letture del Lezionario.

A Messa, nella Liturgia della Parola, quella di Dio diventa parola viva, “che qui e ora, interpella noi che ascoltiamo con fede”. E’ Dio che dialoga col suo popolo, per questo sono proibite “scelte soggettive” delle letture: quelle contenute nei Lezionari, proclamate in tutto il mondo, favoriscono la comunione ecclesiale, accompagnando il cammino di tutti.

Papa Francesco lo ha sottolineato nella catechesi dell’udienza generale di questa mattina, in Piazza San Pietro, la prima dedicata, nel ciclo sulla Santa Messa, alla Liturgia della Parola, come dialogo tra Dio e il suo popolo.

Radunati per ascoltare quello che Dio ha fatto e intende ancora fare per noi, non perdiamoci in commenti frivoli o in chiacchiere, ma in silenzio apriamo il cuore all’ascolto della Parola, per poi “mettere in pratica quanto abbiamo ascoltato”.

Abbiamo bisogno di ascoltarlo! E’ infatti una questione di vita, come ben ricorda l’incisiva espressione che «non di solo pane vivrà l’uomo, ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio». La vita che ci dà la Parola di Dio. In questo senso, parliamo della Liturgia della Parola come della “mensa” che il Signore imbandisce per alimentare la nostra vita spirituale.

Il Salmo responsoriale, ha proseguito Francesco, ha la funzione di favorire la meditazione di quanto si ascolta nella lettura che lo precede. Per questo “è bene che il Salmo sia valorizzato con il canto, almeno del ritornello”. La proclamazione liturgica delle medesime letture, ha spiegato ancora il Pontefice, esprime e favorisce la comunione ecclesiale, accompagnando il cammino di tutti e di ciascuno.

Si capisce pertanto perché alcune scelte soggettive, come l’omissione di letture o la loro sostituzione con testi non biblici, siano proibite. Ma qualcuno, ho sentito che se c’è una notizia legge il giornale, perché è la notizia del giorno. No!

“ La parola di Dio è la Parola di Dio! Il giornale lo possiamo leggere dopo. Ma lì si legge la Parola di Dio. E’ il Signore che ci parla. ”

Sostituire quella Parola con altre cose, impoveriscono e compromettono il dialogo tra Dio e il suo popolo in preghiera

E’ anche importante la dignità dell’ambone e l’uso del Lezionario, come la disponibilità di buoni lettori e salmisti, “che si devono preparare, facendo le prove”. Così, si favorisce un clima di silenzio ricettivo. “Sappiamo che la parola del Signore è un aiuto indispensabile per non smarrirci” ha proseguito il Papa, una lampada per i nostri passi, una luce sul nostro cammino.

Come potremmo affrontare il nostro pellegrinaggio terreno, con le sue fatiche e le sue prove, senza essere regolarmente nutriti e illuminati dalla Parola di Dio che risuona nella liturgia? Certo non basta udire con gli orecchi, senza accogliere nel cuore il seme della divina Parola, permettendole di portare frutto. La Parola di Dio fa un cammino dentro di noi. La ascoltiamo con le orecchie, passa al cuore, non rimane nelle orecchie, deve andare al cuore e dal cuore passa alle mani, alle opere buone. Questo è il percorso che fa la Parola di Dio: dalle orecchie al cuore e alle mani. Impariamo queste cose.

QUI L’ORIGINALE

Tags:
liturgiapapa francescoudienza generale
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
2
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
3
Tzachi Lang, Israel Antiquities Authority
John Burger
Un'iscrizione che riporta “Cristo nato da Maria” ritrovata in un'...
4
Perdonare
Bret Thoman, OFS
I 4 passi del perdono secondo un esorcista
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
Silvia Lucchetti
A 18 anni, sola in ospedale: il pianto di un neonato mi ha ridato...
7
LIBBY OSGOOD
Sandra Ferrer
Libby Osgood, la scienziata della NASA diventata suora
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni