Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 17 Settembre |
Roberto Bellarmino
home iconFor Her
line break icon

Giada Lepore: quando fede e musica illuminano la cecità

GIADA LEPORE

Apollonia Botticella | FACEBOOK

Silvia Lucchetti - Aleteia Italia - pubblicato il 31/01/18

Questa somiglianza ha spinto Apollonia a scrivere una lettera al cantante per raccontargli l’esperienza della figlia e ricevere da lui, che vive lo stesso buio, consigli e parole di conforto al suo dolore di madre, al suo senso di impotenza. La risposta non ha tardato ad arrivare e questo ha colpito moltissimo Giada e la mamma che hanno trovato nelle parole dell’artista vicinanza e calore.


Andrea Bocelli

Leggi anche:
Andrea Bocelli: «La Fede è un dono: ringrazio il Cielo per averlo ricevuto»

L’entusiasmo di Giada: “Quella lettera mi ha aperto gli occhi”

«Quella lettera mi ha aperto gli occhi. (…) Quelle parole mi hanno dato serenità, mi hanno fatto capire che si può essere felici, realizzati e amati anche se diversi. Prima avevo paura di non avere amici, che nessuno potesse accettarmi o volermi bene perché non ho la vista, ma non è così. Come Bocelli anche io amo la musica e il canto e spero da grande di riuscire a trasformare la mia passione in un lavoro».

Le parole di Giada sono piene di speranza, ironia, verità. Dal suo pensiero emerge una grande voglia di vivere, amare, capire e ovviamente cantare! Perché il dolore può diventare musica di vita, inno alla bellezza, e lei lo sa.

Lo ha già sperimentato attraverso lo spettacolo “L’altro di me” curato dai coreografi Enzo Mercurio e Paola Ievolella andato in scena al teatro Massimo di Benevento e organizzato da Apollonia e i genitori dei bambini con disabilità del comitato “Insieme per”. Un mix di musica, danza, canto e recitazione per far fruttare i talenti oltre la disabilità e sostenere le ingenti spese delle terapie riabilitative, che dovrebbero essere garantite dal sistema sanitario regionale campano ma che vengono purtroppo spesso sospese per mancanza di fondi.

Far divertire i ragazzi e far emergere le loro capacità

«Ho pensato che la fede in Dio dovesse essere anche occasione per integrare i giovani con disabilità nella società, per creare una dimensione di amicizia e solidarietà, partendo dalla musica, dalla danza e dalla recitazione» (Famiglia Cristiana).

Apollonia non molla! Pensa a sua figlia e a tutti i ragazzi beneventani come lei che affrontano situazioni complicate a causa della disabilità. Non vuole che questo tolga loro la speranza, la gioia di mettersi in gioco, di divertirsi! La sua sensibilità è maturata negli anni ed è sbocciata grazie alla fede:

«Fin da piccola sono stata provata da sofferenze morali e fisiche, a causa dei miei numerosi problemi di salute, che per un periodo mi hanno costretto su una sedia a rotelle, mi hanno imposto diverse operazioni chirurgiche e periodi in ospedale. Nella sofferenza è germogliata la mia fede. Ho sentito Dio vicino, come padre e come madre, e ho capito che non era arrivato il mio tempo. Dio mi stava chiedendo qualcosa attraverso quelle “prove”. Io ho interpretato la sua richiesta come la volontà di farmi aprire agli altri, di non chiudermi nel mio dolore ma renderlo luce per quanti avessi incontrato sul mio cammino» (Famiglia Cristiana).

La testimonianza di Giada e Apollonia ci conferma che quando si accetta il dolore e lo si offre, il Signore lo usa per compiere meraviglie!

  • 1
  • 2
Tags:
andrea bocellidisabilitàtestimonianze di vita e di fede

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
GETAFE
Dolors Massot
Due sorelle giovanissime diventano suore contemporaneamente a Mad...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
THERESA GIUNI
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Giuni Russo è giunta fino a Cristo per mano d...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
EUCHARIST
Philip Kosloski
Preghiere da recitare all’elevazione dell’Ostia a Messa
7
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni