Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Il vescovo più vecchio del mondo ha conosciuto sette papi

BISHOP CARVALLO
L'Osservatore Romano Via Vatican press office
Condividi

Papa Francesco ha approfittato della sua visita apostolica in Cile, la settimana scorsa, per incontrare mons. Bernardino Piñera Carvallo, il decano dei vescovi tutto il mondo.

È stato ordinato vescovo durante il pontificato di Pio XII, nel 1958! Mons. Bernardino Piñera Carvallo, 102 anni, ha visto succedersi sette papi da quando porta il pallio – l’accessorio liturgico-reliquia che insignisce gli arcivescovi metropoliti. Durante la visita apostolica in Cile, la settimana scorsa, Papa Francesco ci ha tenuto a salutarlo personalmente, ci rivela Vatican News. Il Santo Padre ha presentato il Vescovo come una “bella memoria vivente”.

E già che ci siamo: è prete dal 1947, vale a dire che ha 71 anni di sacerdozio! Lo “stato di servizio” del più anziano vescovo al mondo è edificante: vescovo ausiliare di Talca nel 1958, poi promosso a Temuco nel 1960, nel 1977 fu segretario della Conferenza Episcopale.

Uno degli ultimi Vescovi dell’era Vaticano II

Figura tra gli ultimi 15 vescovi ad aver conosciuto il concilio Vaticano II, dettaglio che il Papa non ha mancato di sottolineare:

Mons. Bernardino Piñera Carvallo deve festeggiare quest’anno i suoi 60 anni di episcopato e ha vissuto le quattro sessioni del Concilio.

Un bel modo, per il Papa, di rendere omaggio ai servizi di questo prelato alla Chiesa del Cile e alla Chiesa universale.

E infine un aneddoto: il centenario si ritrova ad essere lo zio materno di Sebastián Piñera, neo-eletto presidente cileno che s’insedierà nelle sue funzioni il prossimo marzo.

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni