Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 20 Gennaio |
San Sebastiano
home iconNews
line break icon

Pio XII ha veramente abbandonato gli ebrei?

Aleteia - pubblicato il 27/01/18

Una pièce teatrale, articoli di giornale, volumi lo ritraggono come un antisemita...

Pio XII ha fatto tutto ciò che ha potuto per il bene degli ebrei durante la seconda guerra mondiale. Tuttavia, in seguito alle prese di posizione della Chiesa di Olanda contro il nazismo, comprese che le sue dichiarazioni pubbliche avrebbero provocato delle severe rappresaglie contro le comunità ebraiche.

1. Pio XII si rese presto conto che le proteste contro il nazismo avrebbero causato pesanti ripercussioni sulle popolazioni, rivelandosi così controproducenti per gli ebrei.

– In Olanda, per esempio, quando il vescovo di Utrecht protestò contro il nazismo, la repressione fu immediata e terribile. Dopo la lettera in cui i vescovi dei Paesi Bassi condannarono “il trattamento ingiusto e senza grazia riservato agli ebrei”, che venne letta nelle chiese nel luglio 1942, i nazisti deportarono moltitudini di ebrei e cristiani tra cui anche Edith Stein. A causa di queste proteste l’Olanda detiene il triste record del più crudele sterminio della comunità ebraica (l’85%).

– In Polonia, l’arcivescovo Adam Stefan Sapieha di Cracovia e altri due vescovi polacchi chiesero al papa di non pubblicare delle lettere sulla situazione in Polonia, vista la ferocia della rappresaglia.




Leggi anche:
La storica ammissione della BBC: il silenzio di Pio XII è una notizia falsa

– Tutti i vescovi tedeschi sconsigliarono al papa di pronunciare condanne pubbliche. Hitler sorvegliava, infatti, la Chiesa da vicino. Il papa affidò ai suoi nunzi il compito di girare l’Europa e raccogliere notizie sulle persecuzioni:  «Ditegli che il papa soffre con loro, soffre con i perseguitati (…) Se per il momento non alza oltre la voce, è solo per non causare dei mali peggiori»   (cf. Atti e documenti della Santa Sede relativi al periodo della II Guerra Mondiale:  20 volumi raccolti nel corso di 15 anni da 3 gesuiti).

– Robert Kempner, un magistrato ebreo di origine tedesca, procuratore aggiunto al processo di Norimberga ha scritto a questo proposito nel 1964:  “Qualsiasi presa di posizione di carattere propagandistico da parte della Chiesa contro il governo di Hitler sarebbe stata non solo un suicidio premeditato, ma avrebbe accelerato l’assassinio di un numero ben più grande di ebrei e di sacerdoti”.

–  Il grande rabbino della Danimarca sopravvissuto all’Olocausto spiega che ” se il papa fosse stato più esplicito, Hitler avrebbe massacrato probabilmente molto più di sei milioni di ebrei e forse dieci milioni di cattolici”.

– E infatti un’alta percentuale del clero europeo è stata uccisa nei campi di concentramento.




Leggi anche:
Una cospirazione contro Adolf Hitler? A guidarla…fu Pio XII!

2. Il papa ha messo allora in atto una politica di azioni segrete, contribuendo a salvare in Italia e nel mondo intero centinaia di migliaia di ebrei. Questa politica concreta di azioni segrete si iscriveva nella continuità della azione da lui portata avanti prima da sacerdote, poi come nunzio apostolico, ed infine come pontefice.

–  Uno dei grandi amici di gioventù del giovane Pacelli fu Guido Mendez, un ebreo. Insieme hanno celebrato lo Shabbat e Mendez ha insegnato l’ebraico al futuro papa. Pio XII l’ha in seguito aiutato a fuggire in Palestina all’inizio della guerra.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Tags:
ebreiolocaustoshoah
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
2
LEANDRO LOREDO
Esteban Pittaro
Morire con un sorriso, seminando santità anche in ospedale
3
Gelsomino Del Guercio
Il viaggio nell’Aldilà di Gloria Polo: Gesù mi ha mostrato il “Li...
4
PIENIĄDZE ZA MSZĘ
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Stipendio dei preti, quanto guadagnano? Quei ...
5
ST JOSEPH,THE WORKER CARPENTER, JESUS,CHILDHOOD OF CHRIST
Philip Kosloski
L'antica preghiera a San Giuseppe che non ha mai fallito
6
Papa Giovanni Paolo II
Philip Kosloski
La formula di San Giovanni Paolo II per sconfiggere il male nel m...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni