Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 27 Settembre |
San Vincenzo de Paoli
home iconChiesa
line break icon

Se il sacerdote distribuisce la comunione senza dire “Il corpo di Cristo”?

EUCARISTIA, COMUNIONE, SAN FILIPPO NERI

St Joseph CC

Gelsomino Del Guercio - Aleteia Italia - pubblicato il 26/01/18

Il sacramento è valido lo stesso?

Un prete è obbligato a dire “Il corpo di Cristo” nel momento in cui distribuisce la Comunione ai fedeli? Se non lo dice commette un errore? Fa qualcosa che invalida il sacramento?

Non è solo una questione di norma

Il liturgista Don Silvano Sirboni interviene su Famiglia Cristiana (24 gennaio) per chiarire la questione. «Al peggio non c’è limite – premette Sirboni – Non si tratta di invocare severamente le norme che prevedono che “nelle celebrazioni liturgiche ciascuno, ministro o fedele, svolgendo il proprio ufficio, compia solo e tutto ciò che, secondo la natura del rito e le norme liturgiche, è di sua competenza” (Sacrosanctum Concilium 28)».




Leggi anche:
Si può fare la Comunione senza essersi prima confessati?

“L’atto culminante”

Qui, prosegue Sirboni, «si tratta di buon gusto, di buon senso e di intelligenza di ciò che si sta compiendo». Dunque il sacramento resta valido, ma da un sacerdote ci si aspetta un atteggiamento diverso e composto, rispettoso nei confronti del Corpo di Cristo che sta distribuendo.

«Il momento della Comunione – precisa il liturgista – non solo è il vertice della partecipazione attiva, ma costituisce l’atto di fede personale e culminante di tutta la celebrazione».




Leggi anche:
Il mio parroco ha cambiato la formula durante la Consacrazione. La comunione era ancora valida?

“Mutilata la finalità della messa”

Proprio per questa ragione, conclude Sirboni, «la riforma liturgica ha voluto ripristinare l’antica e originaria formula per ricevere il corpo e il sangue di Cristo. Privare il fedele di questo atto di fede significa mutilare la finalità stessa della Messa».




Leggi anche:
10 cose da ricordare quando si riceve la Comunione

Tags:
comunionesacerdote
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
SHEPHERDS
José Miguel Carrera
Il dolore dei genitori per i figli che non vogliono più sapere ni...
2
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
3
POPE AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
Il Papa contro la Chiesa “parallela” in cui si bestemmia l’azione...
4
SLEEPING
Cecilia Pigg
7 modi in cui i santi possono aiutarvi a dormire meglio di notte
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
Couple, Sleep, Snoring, Night
Cecilia Pigg
Trucchetti dei santi per dormire bene
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni