Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 26 Gennaio |
Santi Timoteo e Tito
home iconFor Her
line break icon

Tra le mode dei giovanissimi infuria anche quella del "sesso chimico"

Shutterstock

Paola Belletti - Aleteia Italia - pubblicato il 25/01/18

La potenza disordinata delle esperienze che si vivono sotto l'effetto di queste sostanze eccitanti fa pagare prezzi altissimi in termini di salute fisica, psichica e spirituale

Troverete in Edicola il numero di Febbraio di BenEssere, la salute con l’anima, della San Paolo edizioni.

Come sempre i contributi sono vari, ricchi, molto documentati. Sfogliandolo con calma mi sono soffermata in particolare su due pagine dedicate ad un fenomeno che infuria tra i giovanissimi. Ogni genitore con figli in età adolescenziale trema al pensiero dei pericoli nei quali anche i propri si possono imbattere e alla fragilità strutturale che caratterizza le loro giovani persone in formazione.

La lettera dalla quale la sessuologa Alessandra Grazziottin prende le mosse per illustrare una realtà preoccupante è proprio quella di una madre di figli adolescenti. Li vede particolarmente irrequieti, come affamati di emozioni forti in un modo che, confrontato con le abitudini della sua gioventù, le pare esasperato. E pericolosamente superficiali rispetto ai rischi che il ricorso a sostanze eccitanti comportano per la loro salute.

Il direttore del centro di ginecologia e sessuologia medica S. Raffaele Resnati non solo condivide questa impressione ma la inquadra in un contesto specifico, quello dell’uso che è di per sé un abuso delle droghe eccitanti, necessarie al cosiddetto “sesso chimico”.

La banalizzazione dei rischi appartiene forse da sempre alla nostra natura umana: non pareva anche a noi di essere forti e invincibili da giovani? E anche il fatto di essere prudenti e previdenti non era spesso archiviato come debolezza?

Considerazioni sommarie queste. Ma senza dubbio le dinamiche di gruppo, la ricerca spasmodica dell’accettazione e della approvazione tra i  pari innesca comportamenti che guardati da fuori non possono che risultare imprudenti e gravemente autolesionisti.

E’ un triste inventario quello delle droghe a disposizione utilizzate per generare forte eccitazione sessuale. Ma più tragico ancora è quello dei danni irreversibili che l’uso comporta.

Le sostanze più usate includono:

  • metanfetamina in cristalli (sintetica, viene inalata, iniettata o fumata);
  • gamma-idrossi- butirrato, noto come “droga dello stupro”, perché cancella la memoria, e se unito all’alcol può portare al coma;
  • mefedrone, che ha effetti simili all’ecstasy, con esiti allucinatori a dosi elevate

Osserva la dottoressa:

«Che cosa succede nel cervello? Immaginate di premere l’acceleratore (con gli eccitanti) con un guidatore ubriaco (il cervello con l’amigdala terremotata dagli eccitanti): disastro garantito! Queste sostanze causano attivazione esasperata del sistema dopaminergico, ossia di quella parte del cervello che presiede al desiderio e all’eccitazione sessuale e amplificano le sensazioni artificialmente. Questo è il punto critico: la gratificazione esaltata dalle droghe porta a ripetere l’esperienza, creando una dipendenza psicologica sempre più difficile da spezzare»




Leggi anche:
Dipendenze: perché gli adolescenti bevono? Documentiamoci

Un altro effetto pernicioso è l’annullamento del senso di paura. Se la togliamo dalla “torre di guardia” nessuno ci avviserà di pericoli e minacce.

  • 1
  • 2
Tags:
droghegiovanisessualità
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
2
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
3
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
4
Perdonare
Bret Thoman, OFS
I 4 passi del perdono secondo un esorcista
5
Silvia Lucchetti
A 18 anni, sola in ospedale: il pianto di un neonato mi ha ridato...
6
Tzachi Lang, Israel Antiquities Authority
John Burger
Un'iscrizione che riporta “Cristo nato da Maria” ritrovata in un'...
7
WOMAN,OUTSIDE,BORED
Gelsomino Del Guercio
Soffri di accidia? Scoprilo e segui i rimedi di un monaco del IV ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni