Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 19 Gennaio |
Santi Mario e Famiglia
home iconStile di vita
line break icon

C.S. Lewis ti dice cosa fare della tua vita

PD

David Mills - pubblicato il 25/01/18

Quando le cose sembrano difficili, cosa ci si aspetta da noi? Cosa dobbiamo prendere e cosa lasciare?

“Mi dispiace tirar fuori questo”, dice al suo pubblico serio e compassato, non abituato a sentir dire ad alta voce certe cose. Chiede scusa per aver usato “il termine nudo e crudo”. Potete immaginare come le persone sedute davanti a lui abbiano iniziato ad agitarsi un po’ sulle sedie.

C.S. Lewis aveva appena pronunciato la parola “Inferno”. La usava per spiegare alle persone riunite quella sera dell’autunno 1939 nella chiesa anglicana di Santa Maria Vergine di Oxford cosa dovevano fare nella vita.

Un’ottima domanda

Era un laico, ma la facoltà dell’Università di Oxford a volte interveniva a certi servizi speciali. Intitolato Learning in War Time (Imparare in tempo di guerra), il discorso appare nel piccolo libro, troppo poco conosciuto, The Weight of Glory (Il Peso della Gloria).

Si penserebbe che il tipo di persone riunite nella chiesa universitaria sapesse cosa doveva fare con la propria vita, ma ricordate che epoca era. L’Inghilterra aveva appena dichiarato guerra alla Germania. Quest’utima era non solo un potere ostile, ma un potere malvagio – quanto gli inglesi ancora non lo sapevano. L’Europa doveva affrontare la possibile fine della sua civiltà.




Leggi anche:
C.S. Lewis dibatte per un’ora e mezza con Sigmund Freud su Dio, la morte e l’amore

Perché, chiede Lewis, qualcuno dovrebbe continuare a studiare quando il mondo è in crisi? Perché sedersi tranquilli con i propri libri quando voi o i vostri amici potreste partire per la guerra in qualsiasi momento e forse morire? Quando il vostro Paese stesso potrebbe morire? Come potete giustificare lo studio della grammatica greca antica quando si potrebbe lavorare ad assemblare aerei da combattimento o carri armati? Poi aggiungeva: come possiamo indulgere in certi piaceri quando gli uomini e le donne che conosciamo potrebbero andare all’Inferno?

Lewis poneva ai suoi colleghi un’ottima domanda. La questione è che dobbiamo rispondere anche noi. La maggior parte di noi vive nel comfort ed è in grado di fare molto di quello che vuole fare mentre il mondo che ci circonda vive in una condizione di grande necessità.




Leggi anche:
Uno dei migliori trattati della storia sull’amore: “I quattro amori”, di C. S. Lewis

Perché continuare a leggere quel libro su un santo quando la gente soffre nell’ospedale più vicino senza nessuno che la vada a trovare? Come si può organizzare quel barbecue quando la mensa del centro ha bisogno di volontari? Avete davvero bisogno di andare a quell’incontro in chiesa quando il denaro nutrirebbe un villaggio africano per una settimana? Dovremmo goderci un film quando potremmo parlare alla gente di Gesù?

Pensate alle parole di Gesù “Ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l’avete fatto a me”. O, se siete inclini a sentirvi in colpa come me, alle altre sue parole “Ogni volta che non avete fatto queste cose a uno di questi miei fratelli più piccoli, non l’avete fatto a me”. Guardate le vite dei santi, che si sono spesi costantemente nel servizio agli altri. Pensate alla Croce. “Quando Cristo chiama un uomo, gli offre di andare a morire”, dice il teologo luterano Dietrich Bonhoeffer. Siamo ancora tutti molto lontani.

  • 1
  • 2
Tags:
diovita
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
2
LEANDRO LOREDO
Esteban Pittaro
Morire con un sorriso, seminando santità anche in ospedale
3
Gelsomino Del Guercio
Il viaggio nell’Aldilà di Gloria Polo: Gesù mi ha mostrato il “Li...
4
PIENIĄDZE ZA MSZĘ
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Stipendio dei preti, quanto guadagnano? Quei ...
5
Papa Giovanni Paolo II
Philip Kosloski
La formula di San Giovanni Paolo II per sconfiggere il male nel m...
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
ST JOSEPH,THE WORKER CARPENTER, JESUS,CHILDHOOD OF CHRIST
Philip Kosloski
L'antica preghiera a San Giuseppe che non ha mai fallito
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni