Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 17 Ottobre |
Sant'Ignazio di Antiochia
Aleteia logo
home iconStile di vita
line break icon

7 meccanismi di difesa che usiamo in una situazione di grande difficoltà

IDEE DISTORTE REALTA

Shutterstock

Gelsomino Del Guercio - Aleteia Italia - pubblicato il 20/01/18

Questo meccanismo è molto comune negli adolescenti: dovendosi integrare nella società adulta, si sentono insicuri e cercano modelli affermati con i quali identificarsi, arrivando a imitarne il modo di vestire, di parlare, di camminare, i gusti, le idee, ecc. Tale meccanismo, così frequente a questa età, fa sì che la pubblicità utilizzi persone di riconosciuto successo – attori, cantanti, sportivi, ecc. – per promuovere il consumo di certi prodotti attraverso l’identificazione.

5. Idealizzazione

E’ la tendenza a considerare perfetta una persona di una certa importanza (per noi o per gli altri), attribuendole ogni tipo di virtù e negando i suoi possibili difetti.

Anche questo meccanismo è frequente negli adolescenti che, come abbiamo visto, tendono a vedere nei loro idoli dei campioni di virtù e ad attribuire loro tutto il bene, rifiutando di credere a quanto di negativo si possa dire di loro. In questo modo si sentono più sicuri, gli sembra di avere un punto di riferimento che non verrà mai meno.




Leggi anche:
Gli idoli della nostra vita: se non preghi Dio, chi preghi?

Anche negli adulti ritroviamo questo meccanismo, soprattutto nei gruppi che, per esempio, sostengono un partito politico o un qualche suo rappresentante: in alcuni casi si arriva a negare l’evidenza degli errori che l’uomo o il partito hanno commesso e si attribuisce loro ogni tipo di virtù. Atteggiamenti di questo tipo rendono le persone manipolabili. L’insicurezza davanti alle circostanze avverse della vita genera ansietà, che le spinge a idealizzare alcune persone e dunque a vederle con ben poca oggettività, con l’ovvia conseguenza che finiscono per appoggiare ciecamente ogni iniziativa che quelle propongono

6. Spostamento

Quando risulta impossibile o rischioso scaricare le nostre emozioni su chi le ha provocate si tende a spostare questa emozione su qualcuno (o qualcosa) che abbassa il livello di rischio, pur se non ha alcun rapporto con l’emozione originaria.

Il problema nasce quando ciò che spostiamo è l’ira. Può succedere in situazioni nelle quali non posso dirigere la mia ira contro chi me l’ha provocata. Se, per esempio, al lavoro ricevo un trattamento ingiusto dal mio capo e sono incapace di difendermi per paura di perdere il posto, quando arriverò a casa probabilmente scaricherò quell’ira su mia moglie o su mio figlio alla prima stupidaggine, alla quale in un’altra occasione non avrei prestato la minima attenzione. Stranamente, molte volte la persona non è cosciente di questo spostamento e tende a giustificarsi con delle razionalizzazioni.




Leggi anche:
10 modi per superare paura e ansia

7. Negazione

E’ la tendenza a minimizzare o negare situazioni o avvenimenti potenzialmente stressanti.

Questo meccanismo di difesa ha conseguenze molto gravi, poiché impedisce di affrontare i problemi e trovare una soluzione efficace; è come nascondere la testa sotto terra per non vedere il pericolo che si avvicina. Implica che la persona percepisca in sé una incapacità a risolvere certi problemi, per cui nega che questi ci siano per non star male dovendoli affrontare.

Tali meccanismi sono sempre sostenuti da carenze di autostima che generano una forte ansia e vengono utilizzati per fuggire al malessere che essa produce. Ricordiamo che la bassa autostima nasce da una percezione eccessivamente negativa di se stessi e dalla conseguente difficoltà di accettarsi.




Leggi anche:
Come gestire l’insicurezza?

  • 1
  • 2
Tags:
ansiainsicurezzapaura
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
“Dio ti darà dei segni”. Quel messaggio di Carlo Acutis all’amica...
2
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis parlava di un regalo che gli aveva fatto Gesù. Di co...
3
PRAY
Philip Kosloski
Preghiera al beato Carlo Acutis per ottenere un miracolo
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
CARLO ACUTIS
Silvia Lucchetti
“I primi miracoli mio figlio li fece il giorno del funerale”
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
ORDINATION
Francisco Vêneto
Ex testimone di Geova verrà ordinato sacerdote cattolico a 25 ann...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni