Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 27 Novembre |
Beata Vergine della Medaglia Miracolosa
home iconCultura
line break icon

Il brano che gli U2 hanno dedicato a un amico di Giovanni Paolo II

HUBERT BOESL / DPA

Angeles Conde Mir - Aleteia Brasil - pubblicato il 17/01/18

E che ha cambiato per sempre la storia del gruppo irlandese

Due nomi essenziali per la caduta del comunismo sono senz’altro quelli di San Giovanni Paolo II e di Lech Wałęsa, legati da una profonda amicizia per via di questo obiettivo comune. Wałęsa, che ha ricevuto il Premio Nobel per la Pace ed è stato Presidente della Polonia, è arrivato a confessare: “Non riuscirei a concepire la mia esistenza né quella di Solidarność senza la figura di un polacco magnifico e grand’uomo: Giovanni Paolo II”.

La costante denuncia di Papa Wojtyła e l’attivismo del sindacato Solidarność, che Lech Wałęsa aiutò a fondare nel 1980, sono stati decisivi per la disintegrazione del blocco sovietico. Dalla sua fondazione, il primo sindacato libero dell’Est non ha smesso di riunire affiliati, ricevendo anche il sostegno della comunità internazionale e della Chiesa cattolica.




Leggi anche:
Bono, gli U2 e il Papa

Evidentemente, la lotta non era esente da dissapori. Sentendosi minacciato, il 13 dicembre 1981 il Presidente polacco, Wojciech Jaruzelski, ha decretato la legge marziale che incarcerava la maggior parte dei dirigenti di Solidarność. Wałęsa è rimasto in prigione per 11 mesi.

È stato allora che Bono, leader della band irlandese degli U2, ha scritto una delle canzoni emblematiche del gruppo, New Year’s Day. Lungi dall’alludere alle festività dell’anno nuovo, il testo denuncia il clima di tensione che si viveva nell’Europa divisa in due blocchi, oltre ad essere una dichiarazione d’amore.




Leggi anche:
Lech Walesa l’uomo della speranza

Bono ha scritto il testo immaginando che Wałęsa, imprigionato, dicesse alla moglie Danuta Gołoś: “I will be with you again” [Starò di nuovo con te]. Il brano è stato lanciato il 1° gennaio 1983.

New Year’s Day, tratto dall’album War, è stato il primo successo internazionale degli U2 e ha cambiato per sempre la storia del gruppo. La rivista Rolling Stones l’ha incluso nella lista delle 500 canzoni migliori di tutti i tempi.

[Traduzione dal portoghese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
canzoneculturapoloniasan giovanni paolo iisolidarnoscu2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Gelsomino Del Guercio
Il Papa donò un rosario a Maradona. E lui dis...
ILARIA ORLANDO,
Silvia Lucchetti
Iaia: il dono di essere nata e morta lo stess...
Matrimonio cristiano
Karolina Kόzka ha preferito la morte alla vio...
NATALE, IENE, COVID
Annalisa Teggi
Natale, il suo canto di gratitudine commuove ...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Aleteia
Foto incredibili di santa Teresa di Lisieux s...
COUPLE
Juan Ávila Estrada
Matrimonio: voglio amare il mio coniuge, ma n...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni