Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Cose che non si devono fare a Messa anche se forse non lo sapevate…

Diocesi cattolica di Saginaw (Stati Uniti) - CC BY-ND 2.0
Condividi

Alzarvi al momento delle offerte? Rispondere al Credo al plurale? Piccoli dettagli che fanno la differenza

20. Non vi accodate solo nella fila del sacerdote
Gesù è presente nell’Ostia Consacrata, indipendentemente dal fatto che la distribuisca il sacerdote o un Ministro Straordinario della Santa Comunione, che è una persona che ha ricevuto una preparazione speciale, è stata istituita dal vescovo e ha l’autorizzazione della Chiesa per distribuire la Comunione a Messa e portarla ad anziani e malati.

21. Dopo esservi comunicati non chiacchierate con gli altri
Dopo la Comunione, tornate al vostro posto e parlate con il Signore, che avete appena ricevuto.
Se non avete potuto fare la Comunione, fate una Comunione Spirituale e parlate con Lui.

22. Quando è terminata la distribuzione della Comunione, non continuate a cantare
Il canto deve terminare con l’ultima persona che si comunica, per lasciare il tempo per un silenzio sacro che permetta a ogni persona di entrare in dialogo con Dio.

23. Il cellulare non sia una fonte di distrazione
Arrivando in chiesa spegnete la suoneria del cellulare. Non mandate messaggi e non parlate al telefono, perché vi distraete e distraete gli altri. Dedicate tutta la vostra attenzione al Signore, che vi sta dedicando tutta la sua in quell’appuntamento d’amore che è la Messa.

24. Non trascurate i vostri bambini
Insegnate loro a stare nella casa del loro Padre Dio e a sapersi comportare come si deve.

25. Non uscite prima né come siete arrivati
Non perdetevi la benedizione con cui venite inviati nel mondo per dare testimonianza nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. E uscite con un proposito nuovo ispirato in voi dal Signore, per edificare nel mondo il suo Regno d’amore.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni